Vittorio Tavernari

Nasce a Milano nel 1919. Il padre, Giovanni, è pittore e restauratore. Comincia l’apprendistato presso l’atelier di Francesco Wildt dove fa amicizia con Cassinari, Milani, Cappello e Dal Forno. Amico di Morlotti, dividono un piccolo studio a Como, frequentando il gruppo degli “Astrattisti”. Nel 1945 è fra gli artisti e critici fondatori della rivista “Numero” ed è tra i fondatori del manifesto “Oltre Guernica”. Le prime mostre personali sono a Milano alla Galleria del Camino (1948) e alla Galleria del Milione (1951) dove presenta le sue prime opere figurative. Dopo il periodo astratto (1948 – 1952), riprende a scolpire le “Maternità” cui si aggiungono le “Pietà” e il ciclo delle sculture filiformi. Nel 1959 comincia il ciclo dei “Torsi” che hanno per tema la figura femminile e nel 1962 i “Torsi di Cristo”. Nel 1961 la prima personale a Parigi. Nel 1964, dopo altre partecipazioni, ha una sala personale alla XXXII Biennale di Venezia, mentre nel 1967 Carlo Ludovico Ragghianti scheda la produzione grafica costituita di 750 tra disegni, tempere, schizzi. Nel 1968 inizia il ciclo dei “Cieli” e l’anno successivo quello degli “Amanti”. Nel 1973 la prestigiosa antologica al Museo Rodin di Parigi e, negli anni successivi, altre personali a Varese, Rimini, Prato, Chiasso, Torino, Lucca al Centro Ragghianti. Numerose le partecipazioni a mostre collettive in tutta Europa e in molti paesi extraeuropei. Le sue sculture sono presenti in importanti musei in Italia (Milano, Bologna, Roma, Palermo, Matera, Città del Vaticano) e all’estero (San Paolo del Brasile, New York, Bellinzona).
Muore a Varese nel 1987.

La Vita
Biografia
Vittorio Tavernari nasce a Milano il 28 settembre del 1919; il padre, Giovanni, è uno stimato pittore e restauratore di quadri. A sedici anni comincia l’apprendistato alla Scuola del Marmo, presso il Castello Sforzesco di Milano, diretta da Francesco Wildt, figlio del celebre Adolfo. Qui stringe amicizia con Cassinari e gli scultori Milani, Cappello e Dal Forno.

Nel 1936 scolpisce il Ritratto della sorella Carla, in marmo, la prima opera nota dello scultore.

Negli anni 1938-1940 espone alle “mostre intime” della Società Patriottica, alla quale partecipano soci-artisti. Ancora nel Natale del 1939 è a un’esposizione (un presepio artistico) indetta dal Dopolavoro del Sindacato Belle Arti sotto la Loggia dei Mercanti di Milano con, tra gli altri, Fontana, Negri, Cappello, lo stesso Wildt; il catalogo viene illustrato da Bruno Munari.  Dal 1939 al 1943 presta servizio militare tra Varese e Como stringendo amicizia con il gruppo degli astrattisti di Como, soprattutto con Mario Radice (che sarà suo testimone di nozze) e Manlio Rho, il quale allestisce nel dicembre 1942  la Mostra degli Artisti alle Armi al Palazzo del Broletto di Como. 

Nel 1943 esce a Milano, presso l’editore Hoepli, una cartella di disegni a puntasecca, con uno scritto di Antonio Albonetti. 

Durante la guerra l’artista divide lo studio preso in affitto a Como con Ennio Morlotti, consolidando un’amicizia già avviata a Milano alla fine degli anni Trenta.

Nel 1944 Tavernari si stabilisce definitivamente a Varese, ove si sposa con Piera Regazzoni, compagna di vivida intelligenza e violinista di talento, grazie alla quale approfondirà il suo legame con la musica classica. Nello stesso anno inizia a scolpire Maternità, prima di un ciclo di opere in legno dalla connotazione primitiva e arcaica. 

Nel 1945 è tra i fondatori a Milano, insieme a Paganin, Birolli, Morlotti, Cassinari, Guttuso, Cavallari, Testori, della rivista d’arte “Numero” dove pubblica, nel ’45 e nel ’46, articoli sulla scultura, prendendo parte alla polemica suscitata dagli scritti di Arturo Martini sulla “scultura lingua morta”. Sempre negli stessi anni, su “Ordine Nuovo”, Tavernari scrive articoli su mostre e riflessioni sull’influenza dell’arte africana su quella europea del ’900.

Nel marzo del 1946, insieme al gruppo di artisti che si raduna intorno alla rivista “Numero”  firma il celebre “Manifesto del Realismo“, indicato comunemente come “Oltre Guernica, che compare sulla stessa rivista. Ancora nel 1946, con gli artisti della rivista “Numero”, espone opere di ispirazione picassiana alla Galleria Bergamini di Milano.

Nel 1948 alla Galleria del Camino di Milano ha la sua prima personale, con opere che si rifanno a una concezione arcaica dell’espressione artistica. Sempre nel 1948 compie un viaggio in Costa Azzurra per meglio conoscere l’arte di Picasso ed è affascinato dalle opere di Henry Moore, visto alla Biennale di Venezia. Nascono così opere astratte quali: Forma antropomorfa, Scultura per il Sole, Scultura per l’isola d’Elba, i Totem sculture che, tuttavia, non rinunciano a un significante umano.

A Varese, nel settembre del 1949, partecipa all’importante mostra di scultura Premio Città di Varese nel parco di Villa Mirabello, presieduta da Giulio Carlo Argan, Enzo Carli, Cesare Gnudi e dall’architetto Pietro Lingeri. 

 

Nel 1951, alla IX Triennale di Milano, è presente con la scultura Forma antropomorfa collocata in cima allo scalone d’onore, sullo sfondo di un affresco di Cassinari e sotto il celebre “arabesco fluorescente” di Fontana (allestimento dell’architetto Luciano Baldessari). Alla stessa Triennale collabora con l’architetto Ico Parisi per la decorazione di mobili realizzati in legno. Del 1951 una sua personale alla Galleria del Milione a Milano presentata da Garibaldo Marussi, dove espone solo opere astratte del 1948. 

Sempre nel 1951 partecipa alla Quadriennale di Torino organizzata dalla Società Promotrice delle Belle Arti al Valentino con due sculture in cemento: Nudo sdraiato e Forma Orizzontale. 

Nel 1952, insieme con Aldo Bergolli, espone alla Galleria del Leone a Legnano. 

Abbandona la scultura astratta e riprende, con un nuovo ciclo di  Maternità, Nudi, Torsi femminili e Torsi di Cristo, una nuova fase d’arte figurativa. 

Nel 1953 espone alla Galleria Colonna di Milano, presentato da Raffaele De Grada, una serie di disegni e studi raffiguranti Maternità, Pietà e Crocifissioni.

Nel 1954 lavora, insieme ad altri scultori, al restauro delle opere della Sala degli Alessi in Palazzo Marino a Milano (distrutta nel 1943 dai bombardamenti aerei), dove modella il bassorilievo Il Giorno, sopra le Cariatidi, sulla parete verso piazza della Scala.

E’ presente alla XXVII Biennale di Venezia con tre sculture in pietra, due Madri rispettivamente del 1948 e 1953 e una Madre-Pietà del 1953. 

Nel 1955 espone alla VII Quadriennale di Roma due Nudi del 1953 ampiamente elogiati da Francesco Arcangeli. Alla XXVIII Biennale di Venezia del 1956 espone figure in legno tra cui Venere e Torso femminile. 

Nel 1957 la personale curata da Arcangeli, prima alla Galleria del Fiore a Milano, poi alla Galleria Schneider a Roma. Nello stesso anno partecipa alla mostra “Colori e forme nella casa d’oggi” (Villa Olmo a Como), dove espone una Figura femminile in legno sperimentando una fattiva collaborazione tra architetti, pittori e scultori per la concezione degli ambienti; sempre in quegli anni, il desiderio di cimentarsi con  forme artistiche diverse lo spinge a collaborare con la manifattura Jsa di Busto Arsizio, per la quale disegna tessuti per arredamento.

Viene nuovamente invitato ad esporre alla XXIX Biennale di Venezia del 1958 ove presenta quattro sculture. Nello stesso anno comincia il ciclo dei “legni piatti” che hanno per tema la figura femminile, sperimentando la tecnica dei legni combusti.

Nel 1959 la mostra personale alla Galleria del Libraio di Bologna; espone alla Biennale di San Paolo del Brasile, al III Concorso Internazionale del Bronzetto a Padova e alla Quadriennale di Torino. 

Nel 1960 è presente al Museo Rodin di Parigi, con due Torsi in cemento del 1959-1960, alla collettiva di scultura contemporanea “Da Arturo Martini ai nostri giorni”, insieme, tra gli altri, a Modigliani, Broggini, Negri e Fontana. 

E’ del 1961 la personale alla Galleria Facchetti di Parigi  presentata da Rodolfo Pallucchini: in mostra una ventina di torsi femminili in legno. Partecipa a mostre collettive di scultura a Oslo, Tokyo, Pittsburgh, Dresda e Bucarest.

Nel 1962, è allestita alla Galleria Lorenzelli di Milano, una sua personale sul tema unico del “torso”:  figure  maschili e femminili in legno intagliato. Nello stesso anno è invitato al Simposium internazionale di scultura “Forma Viva” a Kostannjevica (Slovenia).

Il Museo d’arte Moderna di New York acquisisce il Grande torso femminile dalla collezione Blanchette Rockfeller esposto nello stesso anno a Pittsburgh. 

Continuano le personali nel 1963: alla Galleria Maneten di Copenaghen, alla Hagfheldt di Goteborg e alla Nord-Sud di Lugano, quest’ultima con presentazione di Roberto Tassi.

Partecipa a collettive al Museo Louisiana di Humlebaeck (DK), ed al Palazzo Charlottenborg di Copenhagen insieme a Negri, Viani, Marini e altri. 

Nel 1964 viene invitato con una sala alla XXXII Biennale di Venezia dove, tra le altre opere, espone un Calvario, che nel 1990 Mario Botta avrebbe inserito nella chiesa di Sant’Odorico di Pordenone, da lui stesso progettata. 

Dal 1966 al 1968 si susseguono una numerosa serie di esposizioni nelle più significative gallerie d’arte italiane ed europee: dalle personali alla Nazionale di Pisa, alla S. Fedele di Milano (con una serie di Calvari), alla Cadario di Milano, alla Dantesca di Torino, alla Galleria d’Arte Moderna di Ferrara. Di particolare importanza la personale del 1966 alla Galleria Strozzina di Firenze presentata da Carlo Ludovico Ragghianti con un lungo saggio sulla sua produzione grafica (schedatura di 750 tempere e disegni) e scultorea.

Nel 1967 esegue una cartella di litografie per la Stamperia d’Arte Il Bisonte di Firenze.

È presente nel 1967 con Milani e Somaini alla Sala Moroni di Milano nella mostra Sculture Spirituali con presentazione di Garibaldo Marussi.

Nel 1968 inizia il ciclo dei Cieli. 

Partecipa a varie collettive tra cui quella al Museo d’Arte Moderna di Parigi dal titolo Sculpteurs italiens. 

Nel 1969 inizia il ciclo degli Amanti. 

Nel giugno dello stesso anno, prima grande antologica, curata da Agnoldomenico Pica,  al Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano  dove espone 72 sculture dal 1944 al 1969.

Nel 1970 partecipa con due bronzi Tre torsetti femminili del 1967, e Gli amanti del 1969, alla mostra itinerante del Bronzetto italiano contemporaneo, curata da Fortunato Bellonzi. Organizzata dalla Quadriennale d’arte di Roma,  tocca più città: Parigi, Il Cairo, Teheran, Lisbona e Monaco. 

La Galleria d’Arte Moderna di Bologna, nello stesso anno, acquista le sculture Torso in cemento e Torso di Cristo in legno. 

Nel 1971 partecipa alla  Mostra itinerante del Bronzetto, anch’essa a cura di Bellonzi per la Quadriennale di Roma, in diverse città dell’America del Sud, a Tokyo ed a Budapest; alla IV Esposizione Internazionale della scultura contemporanea al Museo Rodin di Parigi; alla Mostra internazionale del Bronzetto a Madrid e alla XXVII Biennale Nazionale d’Arte Città di Milano. 

Nel 1972 partecipa alla X Quadriennale di Roma e alla Mostra del Piccolo Bronzo Italiano a Tokyo. Realizza per l’editore Cappello di Verona dieci acqueforti raccolte nella cartella Gli amanti con un racconto di Piero Chiara. 

Nel 1973  la grande  mostra antologica (opere dal 1944 al 1973) di sculture e disegni al Museo Rodin di Parigi, curata da Raymond Cogniat e la monografia con testi di Enzo Carli e Ionel Jianou per le edizioni ARTED di Parigi.  La stessa mostra è in parte riallestita nel 1974 ai Musei Civici di Villa Mirabello di Varese. 

Nello stesso anno viene presentato da Enzo Carli il volume Omaggio a Petrarca, a celebrazione del VI centenario della morte del poeta, dove sono coinvolti ventitré importanti artisti tra cui Greco, Vacchi, Bodini e lo stesso Tavernari che illustra con due tempere la Canzone L e il Sonetto XXXV del Canzoniere; ancora nel ’74 illustra con nove incisioni Le ultime lettere di Jacopo Ortis del Foscolo  per la preziosa collana stampata dalla casa editrice Fogola di Torino e realizza una cartella di quattro acqueforti dal titolo Le maternità, con un testo di Giancarlo Vigorelli.  Personali alla Galleria Dantesca di Torino, alla Macchi di Pisa con presentazione di Enzo Carli  e presso la sede Centrale della Banca Popolare di Milano. 

Nell’estate del 1975, altra antologica voluta e presentata da Pier Carlo Santini nel centro storico e nel Palazzo dell’Arengo di Rimini: 24 sculture di diversi periodi (da una Pietà del 1946 ai grandi legni e bronzi del 1973). 

Nel 1977, antologica al Palazzo Pretorio di Prato con un saggio critico di Carlo Munari e mostra alla Galleria Mosaico di Chiasso con saggio di Gino Macconi. 

In occasione della esposizione ai Musei Vaticani per celebrare l’ottantesimo compleanno di Paolo VI, cui è invitato assieme ad altri artisti (tra cui Guttuso, Morlotti, De Chirico, Cassinari) sul tema della conversione di San Paolo, realizza il bronzo Sulla via di Damasco (ora conservato nell’omonima sezione d’Arte Contemporanea).

Nel 1979 Alvar Aalto progettando su incarico del cardinale Lercaro la chiesa parrocchiale di Riola di Vergato, Bologna, destìna a pala d’altare un Grande Calvario del 1965 di Tavernari. Da qualche anno l’opera è di proprietà della Galleria d’Arte Fondazione Lercaro di Bologna, ove è esposta.

Nel 1981 antologica nel complesso monumentale di S. Micheletto a Lucca in occasione dell’inaugurazione della Fondazione Licia e Carlo Ludovico Ragghianti. Nello stesso anno scolpisce Le quattro stagioni in omaggio ad Antonio Vivaldi, opera su quattro tavole in legno dipinto, e il Crocifisso ligneo, 1981, collocato nel 1984 nella basilica di San Vittore di Varese. 

Nel febbraio del 1982, la Galleria l’Immagine di Mendrisio presenta una trentina di disegni aventi quasi tutti come tema la figura femminile.  

Nel 1984 su incarico di Mons. Pasquale Macchi, già Segretario di Paolo VI, esegue un bassorilievo in occasione della visita di Giovanni Paolo Il al Sacro Monte di Varese: una copia in argento è conservata ai Musei Vaticani, l’altra, in bronzo, nel complesso del Santuario del Sacro Monte. Partecipa ad Asti alla Rassegna Asti Scultura curata da Mario de Micheli.

Nel 1987, allestisce con i suoi allievi Maria Letizia Palamà e Guido Russi una mostra nel cortile Perabò a Varese. 

Ancora nello stesso anno, mostra personale alla Galleria Punto Sette di Busto Arsizio. 

Sempre nel 1987 partecipa alla mostra “Ipotesi per un Museo” alla Versiliana di Pietrasanta e alla “Mostra per la Pace” itinerante in varie città europee. 

Vittorio Tavernari muore a Varese il 29 ottobre del 1987.

Le Mostre Personali
  • VITTORIO TAVERNARI, Galleria del “Camino”, Milano, 1948
  • VITTORIO TAVERNARI (presentazione di G. Marussi), Galleria “Il Milione”, Milano, 3 – 16 gennaio 1951
  • VITTORIO TAVERNARI (presentazione di R. De Grada), Galleria d’Arte “Del Leone”, Legnano, 4 – 17 maggio 1952
  • VITTORIO TAVERNARI (presentazione di R. De Grada), Galleria d’Arte “La Colonna”, Milano, 25 maggio – 9 giugno 1953
  • DISEGNI DI VITTORIO TAVERNARI PER LA FONTANA DI GALLARATE, (a cura di L. Bianchi), Galleria Angelo Bianchi, Gallarate (VA), 9 – 26 giugno 1955
  • TAVERNARI (testo di F. Arcangeli), Galleria del Fiore, Milano, 9 – 27 novembre 1957 e Galleria Schneider, Roma, 3 – 20 dicembre 1957
  • VITTORIO TAVERNARI (testo a cura di L. Priori), Galleria del Libraio, Bologna, 6 – 17 dicembre 1959
  • VITTORIO TAVERNARI (testo di R. Pallucchini), Gallerie Paul Facchetti, Parigi, 15 marzo –  15 aprile 1961
  • TAVERNARI (testo di M. De Micheli), Galleria Lorenzelli, Milano, 1- 28 febbraio 1962
  • VITTORIO TAVERNARI (a cura di S. Oppenhejm), Galleria Haghfeldt, Copenhagen, 1 – 15 novembre 1963
  • VITTORIO TAVERNARI (testo di R. Tassi), Galleria Nord-Sud, Lugano, dicembre 1963
  • VITTORIO TAVERNARI (testo di L. Carluccio), XXXII Biennale Internazionale d’Arte (sala personale), Venezia, 20 giugno – 18 ottobre 1964
  • VITTORIO TAVERNARI (a cura di S. Oppenhejm), Galleria Maneten, Goteborg, febbraio 1964
  • VITTORIO TAVERNARI, Fornaci di Cunardo, Galleria alle Torri, Cunardo (VA), 7 – 29 maggio 1966
  • CALVARI – SCULTURE DI VITTORIO TAVERNARI (testi di P. Chiara e R. Tassi), Galleria S. Fedele, Milano,  22 marzo – 5 aprile 1966
  • TAVERNARI. DISEGNI E TEMPERE 1935-1965 (a cura e testo di C. L. Ragghianti), Galleria “La Strozzina”, Palazzo Strozzi, Firenze, giugno 1966 e successiva Mostra itinerante organizzata dall’Istituto di Storia dell’Arte dell’Università di Pisa, 1966 
  • VITTORIO TAVERNARI, (a cura di G. Macconi), Galleria  Mosaico, Chiasso, settembre 1966
  • VITTORIO TAVERNARI, Galleria Cadario, (testo di C.L. Ragghianti), Milano e Roma, 1966-1967
  • VITTORIO TAVERNARI, CCR Euratom Club House, Ispra (VA), 24 novembre – 6 dicembre 1966
  • VITTORIO TAVERNARI O LA FEDE NELLA SCULTURA (testo e cura di A. Dragone), Galleria d’Arte “La Dantesca”, Torino, 10 febbraio – 4 marzo 1967
  • VITTORIO TAVERNARI (a cura di A. Dragone), Università del Tempo Libero, Modena, 14 – 22 aprile 1967
  • MOSTRA ANTOLOGICA DI VITTORIO TAVERNARI, 1944-1969 (testo e cura di A. Pica), Padiglione d’Arte Contemporanea, Milano, 6 – 30 giugno 1969
  • VITTORIO TAVERNARI, (a cura di L. Piatti e L. Barion), Galleria “La Bilancia”, Varese, 29 gennaio – 13 febbraio 1970
  • VITTORIO TAVERNARI: SCULTURE, TEMPERE E DISEGNI (a cura di G. L. Burrafato), Galleria “Il Minotauro”, La Spezia, 31 gennaio – 27 febbraio 1970
  • I CIELI E GLI AMANTI DI VITTORIO TAVERNARI (testo di G. Piovene), Galleria d’Arte “La Dantesca”, Torino, 2 – 28 marzo 1970
  • VITTORIO TAVERNARI, Galleria “Il Fillungo”, (a cura di P. C. Santini), Lucca, 8 – 25 ottobre 1970
  • VITTORIO TAVERNARI: SCULTURE, TEMPERE E DISEGNI (a cura di G. L. Burrafato), Galleria “Il Minotauro”, La Spezia, 13 dicembre 1970 – 7 gennaio 1971
  • VITTORIO TAVERNARI, Galleria d’Arte “Settanta”, Gallarate, 14 – 27 gennaio 1971
  • VITTORIO TAVERNARI, (a cura di E. Bellinelli), Galleria Tonino, Campione d’Italia,  gennaio 1973
  • VITTORIO TAVERNARI – SCULTURES ET DESSINS (testo di R. Cogniat), Musée Rodin, Parigi, 19 ottobre – 15 dicembre 1973
  • VITTORIO TAVERNARI AI MUSEI CIVICI DI VILLA MIRABELLO (testo e cura di S. Colombo), Varese, 9 febbraio – 10 marzo 1974
  • VITTORIO TAVERNARI (testo di R. Guasco), Galleria d’Arte “La Dantesca”, Torino, 19 febbraio – 23 marzo 1974
  • VITTORIO TAVERNARI – SCULTURE 1946-1973, (testo e cura di P. C. Santini), Palazzo dell’Arengo e Centro Storico, Rimini, 17 luglio – 12 ottobre 1975
  • VITTORIO TAVERNARI (testo di C. Munari), Palazzo Pretorio, Prato, 16 giugno – 31 luglio 1977
  • VITTORIO TAVERNARI (a cura di G. Macconi), Galleria Mosaico, Chiasso (Svizzera), dicembre 1977
  • I CIELI, I CALVARI, LE OMBRE DI VITTORIO TAVERNARI (testo di L. Lambertini), Centro Saporiti Italia, Bologna, 24 marzo – aprile 1979
  • VITTORIO TAVERNARI. SCULTURE 1961-1979 (a cura di S. Colombo), Musei Civici – Castello di Masnago, Varese, 29 agosto – 7 settembre 1980
  • VITTORIO TAVERNARI. SCULTURA E GRAFICA (a cura di C. L. Ragghianti e P. C. Santini), Complesso monumentale di S. Micheletto, Lucca, 27 settembre  – 25 ottobre 1981
  • VITTORIO TAVERNARI, Galleria “L’immagine” Mendrisio (Svizzera),  febbraio 1982
  • VITTORIO TAVERNARI, Galleria “Il punto sette”, Busto Arsizio, ottobre 1987
  • VITTORIO TAVERNARI. GRAFICA E SCULTURA (testi e cura di R. Bellini e L. Tedeschi), Galleria Il Bisonte, Firenze, novembre – dicembre 1990 e Biblioteca Salita dei Frati, Lugano, 26 gennaio – 3 marzo 1991
  • VITTORIO TAVERNARI, DALLE MATERNITÀ ALLE PIETÀ (a cura di C. Tavernari e L. Ruffinelli), Palazzo Cicogna e Palazzo Bandera, Busto Arsizio, 26 ottobre – 1 dicembre 1996. 
  • VITTORIO TAVERNARI – ANTOLOGICA (testi e cura di F. Gualdoni, R. Prina, P. Campiglio, A. Bernardini), Civici – Castello di Masnago (scultura) e Sala Veratti (grafica), Varese, 1 novembre 1997 – 1 febbraio 1998
  • VITTORIO TAVERNARI – NEL SEGNO DEL TEMPO (testi e cura di L. Buzio Negri e M. Zattini), Galleria Comunale d’Arte, Palazzo del Ridotto e Piazza Almerici, Cesena, 7 luglio – 17 settembre 2000
  • VITTORIO TAVERNARI. IL SEGNO, LA CARTA (testo e cura di B. Fasola), Salone Palazzo ex Scuole, Arcumeggia (VA), 4 ottobre – 2 novembre 2003
  • VITTORIO TAVERNARI – UN OMAGGIO, (testo e cura di C. Rizzi), Museo Civico “F. Bodini”, Gemonio (VA), 20 dicembre 2003 – 8 febbraio 2004
  • TAVERNARI PER I WALSER (testi di L. Zanzi, R. Bossaglia, R. De Grada), Museo della Montagna, Macugnaga – Staffa (NO), luglio – settembre 2004
  • LE CARTE DI VITTORIO TAVERNARI (a cura di L. Piatti), Villa S. Martino, Barasso (VA), 31 marzo – 14 aprile 2007
  • VITTORIO TAVERNARI (a cura di V. Sgarbi), Galleria Ghiggini, Varese, 12 settembre – 14 ottobre 2007
  • VITTORIO TAVERNARI (a cura di F. Gualdoni), Villa Recalcati, Varese, 10 giugno – 28 agosto 2011
  • VITTORIO TAVERNARI (testo e cura di M. Minini), ARTISSIMA – BACK TO THE FUTURE, Torino, 9 – 11 novembre 2012
  • VITTORIO TAVERNARI AL MUSEO BUTTI DI VIGGIÙ (a cura di I. Campagna e testo di F. Gualdoni), Museo Butti, Viggiù, 10 giugno – 10 luglio 2016
  • VITTORIO TAVERNARI, TOTEM 1997-2017, Mostra in occasione del ventesimo anniversario della collocazione della scultura in via Albuzzi a Varese (a cura di E. Ghiggini), Galleria Ghiggini, Varese, 23 – 26 Novembre 2017
Le Mostre Collettive

 

1941

  • III MOSTRA PROVINCIALE DEL SINDACATO FASCISTA BELLE ARTI, Milano, Palazzo dell’Arte, maggio – luglio 1941
  • SELVINI – TAVERNARI (a cura di S. Foiadelli), Varese, agosto – settembre 1941

 1942

  • PREMIO VERONA. PRIMA MOSTRA NAZIONALE D’ARTE (a cura di Di Marzio e G. Letta), Verona, Palazzo della Gran Guardia, 1 – 31 agosto 1942
  • MOSTRA DEGLI ARTISTI ALLE ARMI. UBALDI, ORSI, TAVERNARI (a cura di M. Rho), Como, Palazzo del Broletto, 1942

 1946

  • OLTRE GUERNICA. PREMIO DI PITTURA CIRI AGOSTONI, Milano, Caffé Brera, 2 – 15 marzo 1946
  • PREMIO DI SCULTURA DELLA SPIGA (a cura di S. Cairola), Milano, Galleria della Spiga, 25 maggio – 13 giugno 1946

1948

  • PRIMA MOSTRA NAZIONALE D’ARTE CONTEMPORANEA (a cura di Alleanza della Cultura), Bologna, Palazzo Re Enzo, 17 ottobre – 5 novembre 1948

 1949

  • PREMIO SCULTURA CITTA’ DI VARESE (a cura di G. C. Argan), Varese, Villa Mirabello, 10 settembre – 2 ottobre 1949

1951

  • ITALIAN ARTISTS OF TO-DAY. EXHIBITION OF ITALIAN CONTEMPORARY ART (a cura di G. C. Argan), ART CLUB, Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna; Göteborg, Konsthallen, febbraio; Helsinki, Konsthallen, marzo; Oslo, Kunstnernes Hus, aprile; Copenhagen, Frie udstilling, maggio 1951
  • QUADRIENNALE 1951 (a cura di Società Promotrice delle Belle Arti), Torino, Palazzo al Valentino, 4 maggio – 3 giugno 1951
  • IX TRIENNALE DI MILANO (a cura di F. Albini, P. Bottoni, L. Baldessari), Milano, Palazzo dell’Arte, 12 maggio – 30 novembre 1951
  • PREMIO GALLARATE, Gallarate, 1 – 30 giugno 1951
  • ASTRATTISTI ITALIANI (a cura di B. Munari, G. Monnet, G. Sala), Galleria Bompiani, 20 marzo – 4 aprile 1951

 1953

  • PREMIO VADO LIGURE (a cura di E. Zanzi), Vado Ligure, 9 – 23 agosto 1953
  • Ia MOSTRA NAZIONALE D’ARTE FIGURATIVA, Spoleto, Palazzo Collicola, 6 – 26 settembre 1953

1954

  • XXVII ESPOSIZIONE BIENNALE INTERNAZIONALE D’ARTE (a cura di R. Pallucchini, A. Spanio), Venezia, Giardini di Castello, 19 giugno – 17 ottobre 1954
  • IIa MOSTRA NAZIONALE  D’ARTE FIGURATIVA, Spoleto, Palazzo Collicola, 7 agosto – 19 settembre 1954

1956

  • XXVIII ESPOSIZIONE BIENNALE INTERNAZIONALE D’ARTE, Venezia, Giardini di Castello, 16 giugno – 21 ottobre 1956
  • VII QUADRIENNALE NAZIONALE D’ARTE DI ROMA (a cura di Quadriennale di Roma), Roma, Palazzo delle Esposizioni, 22 novembre 1955 – 30 aprile 1956

1957

  • COLORI E FORME NELLA CASA D’OGGI, Como, Villa Olmo, luglio – agosto 1957
  • XX BIENNALE NAZIONALE D’ARTE CITTA’ DI MILANO, Palazzo della Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente, 16 novembre – 31 dicembre 1957
  • PREMIO INTERNAZIONALE CITTA’ DI CARRARA, Carrara, 8 settembre – 6 ottobre
  • II PREMIO INTERNAZIONALE DEL BRONZETTO – XII BIENNALE D’ARTE TRIVENETA, Padova, Sala della Ragione, ottobre 1957
  • PREMIO MORGAN’S PAINT, I BIENNALE INTERNAZIONALE PER LA PITTURA E LA SCULTURA ITALIA – JUGOSLAVIA, Rimini, Palazzo dell’Arengo, 1 agosto – 15 settembre 1957
  • SCULTURE ITALIANE DAL 1911 AL 1957 (a cura di G. Carandente), Roma, Galleria “La Bussola”, 20 dicembre 1957 – 19 gennaio 1958

 1958

  • ESPOSIZIONE NAZIONALE BELLE ARTI, Torino, Palazzo Chiablese, 15 maggio – 29 giugno 1958
  • GIOVANI ARTISTI ITALIANI (a cura di M. Valsecchi), Milano, Palazzo della Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente, 20 aprile – 16 maggio 1958
  • XXIX ESPOSIZIONE BIENNALE INTERNAZIONALE D’ARTE, Venezia, Giardini di Castello, 14 giugno – 19 ottobre 1958
  • VIII QUADRIENNALE NAZIONALE D’ARTE DI ROMA, Roma, Palazzo delle Esposizioni, 28 dicembre 1958 – 30 aprile 1959

 1959

  • QUADRIENNALE 1959 (a cura di Società Promotrice delle Arti), Torino, Parco del Valentino, 24 maggio – 30 giugno 1959
  • III CONCORSO INTERNAZIONALE DEL BRONZETTO – XIII BIENNALE D’ARTE TRIVENETA (a cura di U. Apollonio, G. Perocco), Padova, Sala della Ragione, 26 settembre – 4 novembre 1959
  • VIII QUADRIENNALE NAZIONALE D’ARTE DI ROMA, Catalogo della mostra, Roma, Palazzo delle Esposizioni, 28 dicembre 1959 – 30 aprile 1960, p. 21
  • ARTISTAS ITALIANOS DE HOJE. V BIENAL DE SĀO PAULO (a cura di U. Apollonio), Sāo Paulo, Museu de Arte Moderna, 21 settembre – 31 dicembre 1959

1960

  • SCULPTURE ITALIENNE CONTEMPORAINE D’ARTURO MARTINI A NOS JOURS (a cura di C. Goldscheider, prefazione di R. Pallucchini), Paris, Musée Rodin, giugno 1960
  • ESPOSIZIONE NAZIONALE (a cura di G. Marchiori), Torino, Società Promotrice delle Belle Arti, Parco del Valentino, 26 maggio – 30 giugno 1960

 1961

  • ITALIAN CONTEMPORARY SCULPTURE (a cura di C. Honda), Tokio, Takashimaya Dep. Store, 17 – 29 gennaio 1961
  • ITALIENSK KUNST I DAG (a cura di F. Russoli), Copenaghen, Museum Louisiana, marzo 1961
  • ITALIENSK KUNST I DAG (a cura di U. Apollonio), Oslo, Kunstnernes Hus, 9 maggio – 11 giugno 1961
  • PREMIO MORGAN’S PAINT, III BIENNALE INTERNAZIONALE PER LA PITTURA E LA SCULTURA ITALIA – JUGOSLAVIA (a cura di E. Riccomini), Rimini, Palazzo dell’Arengo, 1 luglio – 30 agosto 1961
  • ITALIENSK KUNST I DAG (a cura di A. Westholm), Göteborg, Konstmuseum, 21 giugno – 23 luglio 1961
  • IV CONCORSO INTERNAZIONALE DEL BRONZETTO, XIV BIENNALE D’ARTE TRIVENETA (a cura di R. Pallucchini), Padova, Sala della Ragione, ottobre – novembre
  • IX MOSTRA NAZIONALE DI ARTI FIGURATIVE, Palazzo Collicola, Spoleto, 10 settembre – 8 ottobre 1961
  • THE 42nd INTERNATIONAL EXHIBITION OF CONTEMPORARY PAINTING AND SCULPTURE (a cura di G. Bailey Washburn), Pittsburgh (USA), Carnegie Institute, Department of Fine Arts, 27 ottobre 1961 – 7 gennaio 1962

1962

  • II SYMPOSIUM INTERNATIONAL DES SCULPTEURS “FORMA VIVA”, Kostanjevica na Krki (Slovenija), 1 – 31 luglio 1962
  • III PREMIO CARRARA. BIENNALE INTERNAZIONALE DI SCULTURA (prefazione di F. Russoli), Carrara, 15 luglio – 2 settembre 1962
  • X PREMIO SPOLETO, (a cura di G. Carandente), Palazzo Collicola, 9 – 31 dicembre 1962, tra le  illustrazioni, V. Tavernari: Crocifisso

 1963

  • U. APOLLONIO (a cura di), Italiensk kunst i dag, Cophenagen e  Charlottenborg, giugno 1963, op. 62-63
  • MOSTRA MERCATO NAZIONALE D’ARTE CONTEMPORANEA, (introduzione di M. Valsecchi), Palazzo Strozzi, Firenze, 23 marzo – 28 aprile 1963, p. 134
  • V CONCORSO INTERNAZIONALE DEL BRONZETTO, XV BIENNALE D’ARTE TRIVENETA (a cura di U. Apollonio), Padova, Sala della Ragione, ottobre – novembre 1963
  • III FIERA DEL DISEGNO, Milano, Salone dell’Annunciata, 1 dicembre 1963 – 10 gennaio 1964
  • SCULTORI DELLA SCUOLA DI MILANO (a cura di G. Dorfles), Milano, Centro culturale Pirelli, 14 dicembre 1963 – 12 gennaio 1964
  • LA BIBBIA, OGGI. PREMIO NAZIONALE D’ARTE FRATELLI FABBRI EDITORI, Milano, Palazzo Reale, 1 giugno 1963 – 15 gennaio 1964

1964

  • I PREMIO INTERNAZIONALE DEL BRONZETTO (prefazione di G. Marussi), Campione d’Italia, Casinò Municipale, 15 novembre – 6 dicembre 1964
  • 50 DISEGNI DI 50 SCULTORI, Milano, Galleria del Mulino, 18 gennaio – 6 febbraio 1964
  • FREMMED KUNST I DANSK EJE (Foreign Art in Danish Private Collections), prefazione  di K. Muhlhausen, Copenhagen, Louisiana Museum of Modern Art, Denmark, 29 febbraio – 12 aprile 1964
  • NUOVE ACQUISIZIONI ALLE RACCOLTE D’ARTE COMUNALI, Bologna, Galleria d’Arte Moderna, 31 ottobre – 15 novembre 1964
  • PROFILO DELL’ARTE CONTEMPORANEA IN ITALIA. II MOSTRA MERCATO NAZIONALE D’ARTE CONTEMPORANEA (a cura di L. Carluccio), Firenze, Palazzo Strozzi, 21 marzo – 19 aprile 1964
  • XXXII BIENNALE INTERNAZIONALE D’ARTE, Padiglione Italia, Venezia, 20 giugno – 18 ottobre 1964
  • SCULTURA EUROPEA (a cura di M. De Micheli), Milano,  Salone Annunciata, 1964
  • IV FIERA DEL DISEGNO, Milano, Salone dell’Annunciata, 1964 – 1965

 1965

  • SCULTURA EUROPEA (a cura di M. De Micheli), Milano, Salone dell’Annunciata, 14 aprile – 5 maggio 1965
  • XXIV BIENNALE D’ARTE CITTÀ DI MILANO (a cura di A. Rossi, E. Brenna), Milano, Palazzo della Permanente, 22 maggio – 31 ottobre 1965
  • VENTICINQUE ARTISTI ALLE FORNACI DI CUNARDO, Cunardo, Galleria alle Torri, 31 luglio – 22 agosto 1965
  • GRAFICA CONTEMPORANEA”, ( presentazione di A Lozito), Viggiù, Parco Butti, 1-29 agosto 1965, ill. ad vocem
  • IV BIENNALE INTERNAZIONALE DI SCULTURA DI CARRARA (a cura di P. Pierotti e C. L. Ragghianti), Carrara, 11 luglio – 12 settembre 1965
  • IX QUADRIENNALE NAZIONALE D’ARTE DI ROMA (testo di G. Berrocco), Roma, Palazzo delle Esposizioni, 20 novembre 1965 – 31 marzo 1966

1966

  • V BIENNALE CHRISTLICHER KUNST DER GEGENWART (a cura di T. Schneider-Manzell), Salzburg (Austria), Oratorien des Domes, 25 giugno  18 settembre 1966
  • 7a BIENNALE NAZIONALE D’ARTE SACRA CONTEMPORANEA (presentazione di P. Berardo Rossi, Bologna, 5 – 27 novembre 1966,  Milano, 5 – 27 dicembre 1966

 1967

  • SCULTURE SPIRITUALI: UMBERTO MILANI, FRANCESCO SOMAINI, VITTORIO TAVERNARI (a cura di G. Marussi), Milano, Sala Moroni Istituto “La Casa”, 9 – 21 maggio 1967
  • GLI ARTISTI PER FIRENZE. MUSEO INTERNAZIONALE D’ARTE CONTEMPORANEA (a cura di C. L. Ragghianti), Firenze, Palazzo Vecchio, febbraio 1967
  • MOSTRA DI SCULTURE DI PICCOLO FORMATO IN ARGENTO, BRONZO, ORO (a cura di F. Bellonzi), Roma, Galleria Piazza di Spagna, 12 aprile – 20 maggio 1967
  • XVIII MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE – PREMIO DEL FORINO (a cura della Unione Fiorentina), Firenze, Palazzo Strozzi, 10 giugno – 9 luglio 1967
  • XXV BIENNALE NAZIONALE D’ARTE CITTÀ DI MILANO (a cura di R. Taccani), Milano, Palazzo della Permanente, 26 ottobre – 30 novembre 1967
  • 4a MOSTRA ARTISTI CONTEMPORANEI, (a cura di N. Miglierina), Fornaci  di Cunardo (VA), 26 agosto – 30 settembre 1967, ill. penultima pagina

 1968

  • MAESTRI DELLA PITTURA E SCULTURA MODERNA, Caravate, Galleria Cadario, giugno – luglio 1968
  • MOSTRA DI SCULTURA E GRAFICA (a cura di M. L. Guaita Vallecchi), Firenze, Stamperia d’Arte Grafica Contemporanea “Il Bisonte”
  • V MOSTRA ARTISTI CONTEMPORANEI (a cura di N. Miglierina), Cunardo, Fornaci di Cunardo, maggio – settembre 1968
  • MOSTRA DEL DISEGNO CONTEMPORANEO. DISEGNI DI SCULTORI ITALIANI (a cura di B. Passamani), Bassano del Grappa, Palazzo Sturm, 15 giugno – 28 luglio 1968
  • VII BIENNALE DELL’INCISIONE ITALIANA CONTEMPORANEA (a cura di G. Trentin), Venezia, Piazza S. Marco, 1 giugno – 30 giugno 1968
  • LA TAVOLOZZA FIGURATIVA. MOSTRA D’ARTE CONTEMPORANEA (a cura di R. De Grada), Milano, Palazzo della Permanente, 6 giugno – 31 luglio 1968
  • ARTISTES PLASTIQUES CONTEMPORAINS, VUE SUR LA SCULPTURE CONTEMPORAINE, (a cura di) L. Damjanovska  e S. Abadzieva Dimitrova di  Skopje Musee d’Art Contemporain, luglio – agosto 1968, no. 20, ad vocem
  • MUSEE D’ART CONTEMPORAIN SKOPJE, OUVRES DONNEES JUILLET 1967- JUILLET 1968, Musee d’art Contemporain Skopje, Ouvre no. 117, 1968
  • II EXPOSITION INTERNATIONALE DU PETIT BRONZE – SCULPTEURS ITALIENS (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Parigi, Musée d’Art Moderne, 19 novembre – 23 dicembre 1968

1969

  • SCULTURA ITALIANA ALL’APERTO (a cura di M. Valsecchi), Monza, Villa Reale, 28 marzo – 9 aprile 1969
  • SCULTORI ITALIANI DI OGGI (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Il Cairo, 19 novembre – 2 dicembre 1969
  • QUADRIENNALE DI ROMA (a cura di), Catalogo della mostra “Scultori italiani di oggi”, Teheran, dicembre 1969 – gennaio 1970, ad vocem

 1970

  • ESCULTORES ITALIANOS (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Lisbona, Galeria de exposicoes temporarias da Fundacao Calouste Gulbenkian, 3 marzo – 11 aprile 1970
  • III EXPOSICION INTERNACIONAL DEL PEQUENO BRONCE – ESCULTORES EUROPEOS (a cura di G. Busato), Madrid, Museo Espanol de Arte Contemporaneo, 2 – 30 aprile 1970
  • DUE DECENNI DI ACQUISIZIONI ALLE RACCOLTE COMUNALI D’ARTE. PITTURA, SCULTURA, GRAFICA (a cura di Comune di Bologna), Bologna, Museo Civico, 11 aprile-10 maggio 1970
  • MODERNE ITALIENISCHE BILDHAUER (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Hannover, Kunstverein, 23 maggio – giugno 1970
  • III EXPOSICION INTERNACIONAL DEL PEQUENO BRONCE ESCULTORES EUROPEOS, (a cura di G. Busato), Madrid, Museo Espanol de Arte Contemporaneo, 1970
  • SCULTORI ITALIANI CONTEMPORANEI (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Firenze, Galleria La Gradiva, 21 novembre – 15 dicembre 1970

1971

  • MODERN OLASZ SZOBRASZAT (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Budapest, Mucsarnok, 16 gennaio – 14 febbraio 1971
  • SCULTORI ITALIANI CONTEMPORANEI (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Milano, Palazzo Reale, Sala delle Cariatidi, 17 marzo – 19 aprile
  • ESCULTURA ITALIANA CONTEMPORANEA – BRONCES (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Buenos Aires, Museo Nacional de Bellas Artes, 21 giugno – 18 luglio 1971
  • SCULTURA ITALIANA CONTEMPORANEA (a cura di G. Marchiori), Bologna, 18 marzo – 18 aprile 1971
  • PITTORI E SCULTORI OPERANTI NELLA PROVINCIA DI VARESE (a cura di F. Passoni), Caravate, Galleria Cadario, luglio – settembre
  • VIII CONCORSO NAZIONALE DEL BRONZETTO, Catalogo della mostra, Padova, Sala della Ragione, ottobre 1971
  • XXVII BIENNALE NAZIONALE D’ARTE CITTÀ DI MILANO (a cura di M. De Micheli), Milano, Palazzo della Permanente, dicembre 1971 – gennaio 1972

  1972

  • ESCULTURA ITALIANA CONTEMPORANEA. BRONCES (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Città de Mexico, Museo de Arte Moderno, 31 gennaio – 27 febbraio 1972
  • CONTEMPORARY ITALIAN SCULPTURE (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Tokyo, Tohbu Department Store , 27 aprile – 9 maggio 1972
  • CONTEMPORARY ITALIAN SCULPTURE (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Tokio, Hakone, Hakone Openair Museum, 27 maggio – 30 novembre  1972
  • X QUADRIENNALE NAZIONALE D’ARTE. ASPETTI DELL’ARTE FIGURATIVA CONTEMPORANEA. NUOVE RICERCHE D’IMMAGINE (a cura di Fr. Franceschini e F. Bellonzi), Roma, Palazzo delle Esposizioni, 16 novembre – 31 dicembre 1972

   1973

  • L’UMANO NELLA SCULTURA ITALIANA (a cura di M. Carrà), Milano, Galleria Annunciata, febbraio – marzo 1973
  • MAESTRI DEL NOSTRO TEMPO, Galleria Cadario, Varese, aprile – maggio 1973
  • SCULPTURES ITALIENNES CONTEMPORAINES (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Bruxelles, Musées Royaux d’Art et d’Histoire, 26 ottobre – 2 dicembre 1973
  • CITTÀ/SPAZIO/SCULTURA, (a cura di P. C. Santini), Rimini, Centro storico, 28 luglio – 7 ottobre 1973

  1974

  • CONTEMPORARY ITALIAN SCULTURE (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Hong Kong, City Museum & Art Gallery, 28 giugno – 31 luglio 1974
  • BERGOLLI E I SUOI AMICI, Mostra in ricordo del pittore Aldo Bergolli, Busto Arsizio, Galleria Bambaia, ottobre 1974
  • OMAGGIO AL PETRARCA (a cura di E. Carli), Arezzo, Palazzo Pretorio, 21 dicembre 1974 – 31 gennaio 1975

  1975

  • ITALIENISCHE PLASTIK DER GEGENWART (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Berlino, Alten Museum, 30 gennaio – 13 febbraio 1975
  • SCULTORI ITALIANI CONTEMPORANEI (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Lugano, Villa Malpensata, 7 marzo – 27 aprile 1975
  • I BIENNALE INTERNAZIONALE DI SCULTURA, Campione d’Italia, Civica Galleria d’Arte Moderna, 18 maggio – 22 giugno 1975
  • SCULTORI ITALIANI CONTEMPORANEI (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Atene, Pinacoteca Nazionale, 3 luglio – 15 settembre 1975
  • SCULPTEURS ITALIENS CONTEMPORAINS, HOMMAGE A MICHEL-ANGE (a cura di F. Bellonzi per la ), Paris, Grand Palais des Champs-Elysées, 23 ottobre – 23 novembre 1975

  1976

  • BRONZETTO, ITALIENISKA BRONSSTATYETTER (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Helsinky, Helsingifors Konsthall, 3 – 17 aprile 1976
  • 4a TRIENNALE ITALIANA DELLA MEDAGLIA D’ARTE E MOSTRA DELLA MEDAGLIA BAROCCA (a cura di E. Terenzani), Udine, Loggia del Lionello, 16 ottobre – 31  dicembre 1976
  • SUVREMENA TALIJANSKA SKULPTURA – ITALIJANSKO SODOBNO KIPARSTVO (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Rijeka (Croazia), Moderna Gallerija, 21 dicembre 1976 – 5 gennaio 1977

   1977

  • SUVREMENA TALIJANSKA SCULPTURA (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Beograd, Muzej Savremene Umetnosti, 10 – 28 febbraio 1977
  • SCULTORI ITALIANI CONTEMPORANEI (a cura della Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, testo di F. Bellonzi), Malta, La Valletta, Sala del Gran Consiglio, Palazzo Magistrale, 2 – 29 maggio 1977
  • SAN PAOLO NELL’ARTE CONTEMPORANEA. OMAGGIO DEGLI ARTISTI A PAOLO VI IN OCCASIONE DEL SUO LXXX COMPLEANNO (a cura di M. Ferrazza), Città del Vaticano, Musei Vaticani, Braccio di Carlo Magno, 8 ottobre 1977 – 5 gennaio 1978

  1978

  • 2a RASSEGNA NAZIONALE DEL SACRO NELL’ARTE CONTEMPORANEA, Palermo, Palazzo Arcivescovile, 8 aprile – 20 maggio 1978
  • 1a RASSEGNA BIENNALE DI SCULTURA CONTEMPORANEA (a cura del Comune di Como), Como, Piazza Cavour, settembre 1978
  • CAMPO APERTO. ANTOLOGIA DI SCULTURA (a cura del Comune di Giussano), Giussano, Palazzo Municipale, 1978

 1979

  • 12a BIENNALE INTERNAZIONALE DEL BRONZETTO E DELLA PICCOLA SCULTURA (a cura di G. Marchiori), Padova, Palazzo della Ragione, 14 ottobre – 30 novembre 1979

  1980

  • BIENNALE DI SCULTURA DI ARESE (a cura del Comune di Arese), Monza, Villa Reale, 19 ottobre – 30 novembre 1980

   1981

  • RASSEGNA D’ARTE CONTEMPORANEA. OMAGGIO A PAPA GIOVANNI XXIII, Bergamo (a cura di G. Carrara), Palazzo della Ragione, 6 giugno – 26 luglio 1981
  • SCULTURA, MARMO, LAVORO – TRIENNALE INTERNAZIONALE (a cura di M. De Micheli), Carrara – Massa – Pietrasanta, 1 giugno – 31 agosto 1981
  • MUSEO VARESE. CONTRIBUTO DELLA PROVINCIA DI VARESE ALL’ARTE ITALIANA, Varese, Musei Civici di Villa Mirabello, settembre – ottobre 1981

 1982

  • 2a ANNUALE DI SALSOMAGGIORE, Salsomaggiore, Accademia Italia, 1 – 23 maggio
  • SCULTURA ITALIANA DEL NOSTRO TEMPO (a cura di P.C. Santini), Lucca, Complesso Monumentale di San Micheletto, 3 ottobre – 3 novembre 1982
  • ARTE RASSEGNA 82 – SCULTURA (a cura di G. Traversi), Sovico (MI), ex Palazzo Municipale, 23 ottobre – 1 novembre 1982

 1983

  • L’INFORMALE IN ITALIA (a cura di R. Barilli e F. Solmi), Bologna, Galleria Comunale d’Arte Moderna, 18 giugno – 26 settembre 1983
  • ARTE CONTEMPORANEA IN VILLA FRAU, Laveno Mombello (VA), Villa Frau, 19 giugno – 31 agosto 1983

  1984

  • 2a RASSEGNA INTERNAZIONALE DI SCULTURA – IDIOMI DELLA SCULTURA CONTEMPORANEA (a cura di G. Di Genova),  Sommacampagna (Verona), Cà Zenobia e Villa Fiocco, 29 giugno – 29 luglio 1984
  • SCULTURA DISEGNATA – IL DISEGNO DEGLI SCULTORI IN ITALIA (a cura di E. Crispolti), Roma, EUR, 31 agosto – 16 settembre 1984

  1985

  • MONUMENTI ALLA RESISTENZA IN EUROPA (a cura di M. De Micheli), Brescia, Salone della Cavallerizza, 14 dicembre 1985 – 27 aprile 1986

  1986

  • ASTI SCULTURA, PRIMA BIENNALE 1986 (a cura di M. De Michele e A. Pizzigoni), Asti, giugno – luglio 1986
  • PENSARE IL ROMANICO, Gavirate (VA), Chiostro di Voltorre, settembre – ottobre 1986

 1987

  • IPOTESI PER UN MUSEO, SCULTURE NEL PARCO (a cura di P.C. Santini), Marina di Pietrasanta, La Versiliana, 8 luglio – 30 agosto 1987

  1988

  • TERNATE SCULTURA 1988 – SCULTURE IN CEMENTO (a cura di G. Terzaghi), Ternate, 3 – 23 ottobre 1988

  1989

  • ASPETTI DELLA SCULTURA CONTEMPORANEA 1900 – 1989 (a cura di P. C. Santini), Bologna, Galleria Forni, marzo 1989
  • SCOLPIRE TRA CARRARA E PIETRASANTA (a cura di P. C. Santini), Marina di Carrara, Località Paradiso, 29 luglio – 10 settembre 1989
  • ARTE DI FRONTIERA. VENT’ANNI DELLA GALLERIA TONINO 1967-1987 (a cura di E. Bellinelli), Campione d’Italia, 1989

  1990

  • SCULTURA A MILANO 1945-1990 (a cura di L. Caramel, M. De Micheli, M. De Stasio e F. Porzio), Milano, Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente, 1 giugno – 22 luglio 1990

  1993

  • NEL SEGNO DI TAVERNARI – LA SACRALITÀ DEL VIVERE (a cura di F. Buzio Negri e R. Bellini), Castiglione Olona (VA), Palazzo Branda Castiglioni, 2 ottobre – 7 novembre 1993

 1994

  • SCULTURA A VARESE DAL VERISMO AD OGGI (a cura di F. Gualdoni), Varese, Castello di Masnago, 26 giugno – 25 settembre 1994

  1997

  • ARTE A MILANO 1946-1959. REALE CONCRETO ASTRATTO. DAL POSTCUBISMO ALL’ULTIMO NATURALISMO (a cura di M. Corgnati), Sondrio, Palazzo Sertoli e Palazzo Pretorio, 28 febbraio – 26 aprile 1997
  • MILANO 1950-59. IL RINNOVAMENTO DELLA PITTURA IN ITALIA (a cura di F. Gualdoni), Ferrara, Palazzo dei Diamanti, 22 giugno – 21 settembre 1997
  • DENTRO E OLTRE L’ULTIMO NATURALISMO, OMAGGIO A FRANCESCO ARCANGELI (a cura di C. F. Teodoro), Gualtieri (RE), Palazzo Bentivoglio, 23 marzo – 22 giugno 1997

  1998

  • ARTE SACRA. SELEZIONE DI ARTISTI DELLE PROVINCE DI MILANO E VARESE (a cura di S. Zanella) 1999.  Busto Arsizio,  Palazzo Cicogna, 12 dicembre 1998 – 14 febbraio 1999

  1999

  • DIALOGO TRA GENERAZIONI. MEZZO SECOLO DI SCULTURA ITALIANA (a cura di R. Bossaglia), Pavia, Giardini Malaspina, 2 ottobre – 14 novembre 1999
  • IL SEGNO IMPRESSO – IL BISONTE – Storia di una stamperia d’arte (a cura di L. Gensini), Firenze 1999 – Bellinzona 2001.

 2000

  • SECONDA TRIENNALE D’ARTE SACRA CONTEMPORANEA (a cura di T. Carpentieri), Lecce, Seminario Arcivescovile, 2 dicembre 2000 – 10 gennaio 2001
  • VANNI SCHEIWILLER E LA SCULTURA (a cura di G. Appella), Matera, Circolo la Scaletta, 24 giugno – 1 ottobre 2000
  • SCULTURA ITALIANA DEL DOPOGUERRA, UN PERCORSO (a cura di F. Gualdoni e C. Beccaria), Vigevano, Castello Visconteo, 24 giugno – 22 ottobre
  • MIRACOLI A MILANO 1955-1965. ARTISTI GALLERIE TENDENZE  2000 (a cura di F. Gualdoni e S. Mascheroni), Milano, Museo della Permanente, 5 luglio – 21 settembre
  • DALLA FORMA AL COLORE – LA SPIRITUALITÀ NELL’ARTE (a cura di E. Ceriani), Porto Valtravaglia (VA), Salone culturale “P. Colombo”, 25 novembre – 27 dicembre 2000

 2001

  • REALISMI. ARTI FIGURATIVE, LETTERATURA E CINEMA IN ITALIA DAL 1943 AL 1953 (a cura di L. Caramel), Meeting di Rimini, Palazzo dell’Arengo, 19 agosto 2001 – 6 gennaio 2002 
  • ARTE IN ITALIA NEL SECONDO DOPOGUERRA TRA CONCRETISMO E NUOVA ASTRAZIONE, Opere della Collezione della Civica Galleria d’Arte Moderna di Gallarate, (a cura di L. Cavadini), Maccagno (VA), Civico Museo Parisi Valle, 21 ottobre 2001 – 17 febbraio 2002

  2002

  • LA MANIFATTURA JSA E GLI ANNI CINQUANTA, TESSUTI D’ARTE, TESSUTI D’ARTISTI (a cura di F. Gualdoni), Busto Arsizio, Museo del Tessile e della tradizione industriale di Busto Arsizio, 13 aprile – 19 maggio 2002
  • IL SÌ DEI PROTAGONISTI DAGLI ANNI ‘60 AD OGGI (a cura di “La fonte edizioni minime d’arte”), Pieve di Cento, Museo d’Arte delle Generazioni italiane del ‘900 “G. Bargellini”, 16 novembre – 5 dicembre 2002
  • ARTURO MARTINI E IL RINNOVAMENTO DELLA SCULTURA NEL II° NOVECENTO (a cura di L. Caramel), Acqui Terme, 27 luglio – 6 ottobre 2002

 2003

  • MUTAZIONI – SOGNI E SEGNI DEL XX SECOLO DA DE CHIRICO A DE MARIA (a cura di D. Ferrari), Gavirate, Chiostro di Voltorre, 23 febbraio – 27 aprile 2003
  • UN SECOLO D’ARTE A VARESE (a cura di C. Rizzi, F. Gualdoni e R. Prina), Gemonio (VA), Museo Civico “F. Bodini”, 16 marzo – 18 aprile 2003

   2004

  • DECLINAZIONI DELLA SCULTURA INFORMALE – SANDRO CHERCHI, FLORIANO BODINI, LUIGI BROGGINI, VITTORIO TAVERNARI, Vicenza, Vetrine di contra’ del Monte, 16 gennaio – 19 marzo 2004
  • LE NUOVE ACQUISIZIONI DELLA FONDAZIONE LERCARO 2003 – 2004, (a cura di A. Dall’Asta S.I.), Bologna, 19 marzo 2004

  2005

  • MAGGIO D’ARTE, Bergamo, Galleria Michelangelo, 1 – 30 maggio 2004
  • UNA COLLEZIONE INTERNAZIONALE DI PICCOLE SCULTURE DEL SECONDO NOVECENTO (a cura di L. Vinca Masini), Malcesine (VR), 11 giugno – 15 settembre 2004
  • LA COLLEZIONE DELLA BANCA DELLO STATO DEL CANTON TICINO. DIPINTI E SCULTURE (a cura di C. Guarda), Lugano, Museo Civico delle Belle Arti di Villa Ciani, 12 ottobre 2005 – 29 gennaio 2006

 2006

  • IL VOLTO DI CRISTO NELL’ARTE CONTEMPORANEA (a cura di P. Viotto), Varese, Sala Veratti, 18 marzo – 13 aprile 2006
  • ARTISTI ITALIANI, Bergamo, Galleria Michelangelo, 26 aprile – 31 maggio 2006
  • MUSMA – Museo della Scultura Contemporanea (inaugurazione 14 ottobre),  cura di G. Appella, Palazzo Pomarici, Matera

2007

  • ATTRAVERSO IL TEMPO. OPERE DAL FONDO MACCONI: DA COROT A OLTRE MORLOTTI (a cura di S. Soldini e C. Gatti), Mendrisio, Museo d’arte, 21 settembre – 9 dicembre 2007
  • CORPO DI DONNA (testi di G. Strazzi e E. Ceriani), Sangalleria di Arcumeggia (VA), maggio 2007

 2009

  • NEL NOME DEGLI ARCANGELI (a cura di Assessorato alla Cultura), Bagno di Romagna, Palazzo del Capitano, 1 agosto – 20 settembre 2009
  • MAESTRI DEL ‘900 ITALIANO (a cura di R. Rodriguez), Pescara, Museo Genti d’Abruzzo, 5 dicembre – 13 dicembre 2009
  • LIBERILIBRI – CARTE E LIBRI D’ARTISTA, Torino, Galleria Weber & Weber e Libreria Antiquaria Dentis, 26 novembre 2009 – 23 gennaio 2010

 2010

  • MUSEO D’ARTE MENDRISIO – LA COLLEZIONE (a cura di S. Soldini), Mendrisio (Svizzera), Museo d’Arte, 18 settembre – 14 novembre 2010

2011

  • L’ITALIA S’È DESTA. ARTE ITALIANA NEL SECONDO DOPOGUERRA DA DE CHIRICO A GUTTUSO, DA FONTANA A BURRI (a cura di C. Spadoni), Allemandi & C., MAR Museo d’Arte della città di Ravenna, 13 febbraio – 26 giugno 2011, p. 305, ill. no. 119
  • IL SACRO E L’ARTE OGGI, Raccolta Fiocchi per il Museo Stauròs d’Arte Sacra Contemporanea a cura di A. Ginesi), San Gabriele Isola del Gran Sasso (Teramo), 7 maggio – 26 giugno 2011
  • ALLA LUCE DELLA CROCE. ARTE ANTICA E CONTEMPORANEA A CONFRONTO (a cura di A. Dall’Asta S.I., F. Lollini, E. Palmieri, E. Pontiggia e F. Tedeschi), Bologna, Galleria d’Arte Moderna “Raccolta Lercaro”, 16 aprile – 10 luglio 2011

2012

  • MISE EN LAINE – ARAZZI CONTEMPORANEI: LA COLLEZIONE BARBERO VILLATA (a cura di G. Barbero e A. Villata), Casale Monferrato, 12 maggio – 3 giugno 2012
  • BACK TO THE FUTURE, sezione di ARTISSIMA, Fiera Internazionale d’Arte, Torino, 9 – 11 novembre 2012

2013

  • NOVECENTO MAI VISTO. OPERE DALLE COLLEZIONI BRESCIANE DA DE CHIRICO A CATTELAN E OLTRE (a cura di E. Lucchesi Ragni), Brescia, Santa Giulia Museo della Città, 8 marzo – 30 giugno 2013
  • PENSARE LO SPAZIO: DIALOGO TRA NATURA E IMMAGINAZIONE (a cura di C. Cerritelli), Racconigi, Real Castello di Racconigi, 16 giugno – 13 ottobre 2014
  • IL DISEGNO DEGLI SCULTORI (a cura di C. Gatti), Trezzo sull’Adda, Centrale Taccani, 5 – 20 ottobre 2014
  • E SUBITO RIPRENDE IL VIAGGIO. OPERE DALLE COLLEZIONI DEL MA*GA DOPO L’INCENDIO, Milano, Triennale di Milano, 11 maggio – 25 agosto e Monza, Palazzo Reale, 4 settembre 2013 – 6 gennaio 2014
  • ARTISTI DELLA GALLERIA, Mendrisio (Svizzera), Galleria all’Angolo, 23 novembre 2013 – 31 gennaio 2014

2014

  • MUSEO NOVECENTO – FIRENZE, (inaugurazione 24 giugno), Antico Spedale delle Leopoldine, Firenze, Piazza Santa Maria Novella, 2014, Esposti “I Due torsi”, proveniente dalla Donazione MIAC – Ragghianti (1967)
  • IL DISEGNO DEGLI SCULTORI (a cura di C. Gatti), Varzo, Torre medioevale, 17 maggio – 4 giugno 2014
  • FUOCO NERO. MATERIA E STRUTTURA ATTORNO E DOPO BURRI (a cura di A. C. Quintavalle), Parma, Salone delle Scuderie, Palazzo della Pilotta, 20 dicembre 2014 – 29 marzo 2015

2015

  • L’ALTRO NOVECENTO DELLA SCULTURA (a cura di S. Fontana e C. Sissa), Milano, Studio d’Arte del Lauro, 16 aprile – 5 giugno 2015
  • RESISTERE NEL TEMPO – GUTTUSO, MANZÙ E LE MEMORIE DI UNA RESISTENTE BORGHESE, Comune di Pelago, 25 aprile – 2 giugno 2015
  • IL DISEGNO DEGLI SCULTORI (a cura di C. Gatti), Novate Milanese (MI), Villa Venino, 11 – 26 luglio 2015
  • LA COLLEZIONE – CONFRONTI (a cura di S. Soldini), Mendrisio (Svizzera), Museo d’Arte, 5 agosto – 6 settembre 2015

2016

  • M.A.C.I. – Museo Arte Contemporanea, collezione architetto Lino Invernizzi, (inaugurazione 6 febbraio), Villa Faravelli, Imperia 2016
  • DIALOGO D’ARTISTI: FRA TICINO E MILANO NEGLI ANNI OTTANTA. OMAGGIO A LINO CALDELARI ARCHITETTO – GALLERISTA,  (a cura di  S. Abdullah), Spazio Palazzo Pollini, Mendrisio, 9 aprile – 15 maggio 2016
  • VISIONI TRASVERSALI NELLA SCULTURA ITALIANA DEL XX SECOLO (a cura di C. Casali e G. Fienga), Sorrento, Villa Fiorentino, 9 luglio – 1 novembre 2016

 2018

  • NATURA E UOMO. LA COLLEZIONE BOLZANI (a cura di S. Soldini), Mendrisio (Svizzera) Museo d’Arte, 25 marzo – 15 luglio 2018
  • PHOTOSENSIBILE (a cura di M. Fratelli e M. Minini), Milano, Studio Museo Francesco Messina, 10 aprile – 13 maggio 2018
I Premi
1949      Varese, Premio Città di Varese, Premio acquisto

 1951      Milano, IX Triennale, Medaglia d’argento

 1953      Vado Ligure, Mostra Nazionale di Pittura e Scultura di Vado Ligure, Secondo premio

 1954      Spoleto, Esposizione Nazionale d’Arte Figurativa, Primo premio

 1957      Massa Carrara, Prima Biennale Internazionale di Scultura

 1959      Roma, VIII Quadriennale, Premio del Comune di Roma

 1960-61 Milano, Premio Rancati

 1961      Rimini, Premio Morgan’s Paint, Medaglia d’oro

 1961      Gallarate, Premio di scultura Città di Gallarate

1962   Spoleto, Esposizione Nazionale d’Arte Figurativa, Medaglia d’oro del Presidente della   Repubblica “quale riconoscimento per il valore delle opere esposte e per tutta la sua attività artistica”

1964     Bologna, Esposizione d’Arte Sacra, Primo premio

Alcuni scritti di Vittorio Tavernari e immagini di vita quotidiana

La scultura come vita - 1946

La scultura deve essere agitata. Da troppo tempo oramai la scultura è incanalata su una strada che non è la sua. Gli uomini scultori debbono spezzare decisamente la paratia stagna che disgiunge gli uomini dalla scultura. La scultura della vita. 

La scultura non è un saggio della propria sensibilità, non è un’esperienza individualistica. La scultura è l’espressione più chiara di un popolo, di un’era, di una civiltà. Come l’architettura e la pittura, la scultura deve rappresentare la nostra epoca, la nostra storia ai posteri. Per incanalare la scultura su questo piano non è sufficiente l’esperienza individuale, e non è neanche sufficiente l’espressione sensibile di un uomo o di un caso. La storia ci insegna che per essere civili (e questa è la necessità che i giovani sentono) bisogna essere uniti, insieme, bisogna formare una cultura non di un solo uomo, ma di parecchi uomini. Questo per dire che, dopo Michelangelo, quantunque vi siano stati i Rodin, Maiolle, Bourdell, Modigliani, Daspieau, Archipenko, Rosso, tutti questi casi isolati, fino ad arrivare ai più giovani Manzù, Marini, Martini, nulla ci hanno lasciato alle nostre spalle. Gli scultori non si sono ancora ritrovati, non hanno ancora saputo unirsi, non sono ancora riusciti a trovare una via che li conduca a una meta, ad una civiltà. Si è ancora in alto mare. Può nascere il problema di “uomini e no”, ma dal momento che il problema è scoperto cerchiamo di “imparare meglio”, cerchiamo di liberarci e uscire vittoriosi come uomini e come artisti.

Per affrontare il problema italiano, che più ci interessa, dirò che Manzù lavora ancora con esperienze Medardorossiane, la sua personalità è singolare, dalla scultura di Manzù non può nascere certo una civiltà solare. L’estremo sensibilistico manzuniano, a volte verboso, non ci può portare altro che ad una inevitabile decadenza. Marino Marini, per citare un altro caso della moderna scultura italiana, ci porta maggiormente vicino alla scultura che a noi necessita. Ma anche la scultura di Marino, troppo legata all’arcaica e a una chiusura ermetica, ci indica vie già percorse, ci riporta insomma a pensare a statue che sono solo affini alla scultura, esulando dal dramma umano, mantenendo così statico tutto il dramma culturale moderno. Se si potesse dire, in Marino non c’è nessuna fede, non c’è credo in nessuna cosa. Di Martini si può dire che c’è molta genialità, molta stravaganza; la sua scultura si può definire geniale, ma alla scultura non apporta nessun vantaggio. Martini stesso non crede alla scultura, dice che non ha più ragione di essere. Questo per dire di tre personalità, tre nomi che riempiono il libro della scultura italiana, ci dimostrano quanto l’uno sia in contrasto all’altro, che camminano su strade diverse, non solo come artisti, ma come scultura, ed uno perfino non crede neanche più nella scultura. 

I giovani si trovano disorientati, su sentieri diversi; i giovani di valore, dotati, non sanno dove camminare, dispersi e travolti dalla tragedia di due guerre. Alle loro spalle sentono il vuoto di tutta l’arte e la cultura così detta novecento. L’insegnamento dunque nei trent’anni del ‘900 non ci serve che ben poco. Perché la scultura abbia una nuova era, perché l’arte tutta abbia la sua epoca, deve essere agitata. Noi, giovani scultori, ci dobbiamo parlare, dobbiamo unirci, essere compatti, e se è necessario formare delle accademie, liberarci insomma dalla letteratura, formare magari delle botteghe, agire come i maestri Comacini, diventare come i marmisti egiziani anonimi, ma non essere più dei casi isolati, in quanto un uomo solo potrà dare inizio ad un’era che sia civile, ma ciò che la dimostra è un popolo intero.

Noi giovani scultori sentiamo la necessità di essere civili; Giotto come sarebbe esistito se non ci fosse stata tutta una cultura trecentesca pensante come lui pensava? Come mai ancor oggi si è in dubbio sulla paternità della Venere di Dresda, se di Giorgione o di Tiziano? Evidentemente camminavano sulla stessa strada e con la stessa cultura. 

Questi casi, per non riportarci ancora più indietro in opere maggiori e di mole, dove parecchi artisti (es. i Comacini) lavorano insieme e dove tutto sembra fatto da una sola mano e gli Egizi in una civiltà che si scuote tutta unitaria, ci dimostrano quali opere di sculture ci hanno lasciato e quale civiltà. Questi uomini pensavano allo stesso modo e lavoravano insieme per una sola e grande strada dove gli uomini più sensibili potevano esprimere con maggiore efficacia il proprio sentire; la scultura era in loro, non vi era alcun dubbio, ci credevano, e gli uomini erano scultori e la scultura una sola voce.

Per concludere, la scultura è in decadenza da parecchi secoli, non perché le statue possono ingombrare le piazza, come ha detto Martini, ma perché (forse come le altre arti) non ha ancora trovato la sua cultura. 

Pubblicato sulla rivista “Argine Numero”, gennaio 1946

 

 

Vorrei poter scolpire l'universo - 1951

Il linguaggio che adopero per creare le mie sculture è un linguaggio vorrei dire quasi panteistico. Perché nella mia esistenza ho sempre osservato molto le cose del creato, mi hanno sempre commosso e mi hanno preso magicamente. Osservando ad esempio una qualsiasi foglia, noto tutta quanta l’armonia compositiva che essa racchiude. Così una montagna, un paesaggio, il cielo e via dicendo. Da questo esempio infinito e se vogliamo surreale traggo i miei principi di uomo creatore, sforzandomi di creare anch’io qualcosa di simile.

Penso quindi che la mia scultura non sia astratta come taluni credono. Quando penso e sento di creare una scultura, faccio del mio meglio per cercare di armonizzare nella maniera più perfetta gli elementi che la scultura mi offre: piano orizzontale e verticale e profondità, le tre dimensioni, insomma, fondamentali nella scultura. 

Il mio linguaggio sfugge in parte il contatto dell’uomo per cercare di avvicinare invece le armonie del creato nel rigore preciso delle leggi della scultura. All’infuori di questi principi, e nella confusione attuale delle arti, non vedo altro per creare opera d’arte. Se no sarebbe troppo facile e tutti saremmo scultori. Penso che una scultura è bella quanto più è precisa. 

Pubblicato sulla rivista “Epoca”, 1951

 

Appunti per una poetica - 1958

Non parlerò, forse, di scultura: essa è per me, come ogni arte per l’artista, un mezzo per esprimere me stesso e le mie verità più profonde: sentimenti, sensazioni, esperienze, memorie. Perciò mi pare inutile parlarne, e ritengo più giusto dire quali sono le cose che più mi interessano e che maggiormente premono. Non ho idee prefisse, archetipi da inseguire: quando inizio una scultura ignoro cosa ne uscirà: essa nasce, via via, per necessità interiore, una necessità complessa, di sentimenti e di cultura anche, non di razionalizzato programma. 

Credo con forza alla materia che uso, sia essa legno o gesso o creta o ferro, purché mi offra, in quel preciso momento, la possibilità di esprimermi, mi dia modo di sfogare, di dar vita a quello che ho dentro e che non può starsene chiuso.

Il mio interesse è rivolto soprattutto alla figura umana, o, per essere più esatti, all’uomo-individuo, forma e contenuto: direi che in una figura femminile si possa leggere tutto del mondo e della vita, dalla oscura germinazione misteriosa, alla dolcezza, al dolore, al piacere, alla indicibile realtà della vita stessa. Per me, da anni ormai, non esiste quindi che la possibilità, quotidiana, di scoprire la vita attraverso il soggetto della figura: dove si incontrano e si fondono le realtà esterne a quelle, sotterranee, dei miei sentimenti dell’ora. Ed è qui, in questo limite, indecifrabile spesso, che si fa realtà il dibattito, a volte tragico e non mai senza peso, della mia faticosa giornata di uomo. Le contraddizioni, le ricerche, le lancinanti ore del dubbio: in una materia qualsiasi tento di chiarire, a me stesso, questa situazione; di armonizzarla, di illimpidirla, per sopravvivere almeno. 

Certo mi sarebbe più facile, più liscio, esprimere e dire me stesso e le creature se fossi legato ancora ad un credo formale, sicuro, che – se non altro – avesse una maggioranza, fosse comprensibile ai molti: ma come è possibile che io creda, mi inginocchi ad un credo esterno se tutto, dentro di me, rivela una necessità prepotente di nascere, così come nasce, di farsi verità dopo essere stato un imperativo metafisico?

Di una cosa, proprio, sono certo: di non credere più a nessun formalismo, poiché esso nasce e affonda le sue radici fuori dal nostro tempo e perché esso impone di parlare con linguaggi altrui, d’accatto. E credo all’uomo e alla sua perenne e insopprimibile voce viva perché troppo mi atterrisce l’immagine che esso possa disumanizzarsi fino alla civiltà dell’atomo, pensare che della propria realtà egli possa fare baratto, forse fatale, colla esatta malinconia della scienza: e – se mai avvenisse – mutare tanto profondamente da divenire irriconoscibile. 

Da quanto ho detto, mi pare, deriva la conseguenza logica della mia posizione di scultore “organico”: le creature che nascono dall’interno, che sono nostre dal primo lievitare della materia sotto le mani al loro congedo ultimo: e che rimangono vive, nel nostro tempo, e già fuori dal tempo, e da noi: ma nostre.

Confessione - 1973

Io faccio scultura, perché mi è congeniale, e per esprimere me stesso nella contemporaneità. Ciò che faccio è per dire quel che penso, ciò che vivo; le mie emozioni, i miei sentimenti.

Mi piace confondermi e capire ciò che mi sta attorno. Tutta la mia opera, il mio lavoro, non è altro che una continua esperienza, una prova, anche per comprendere ciò che è avvenuto. Non sono d’accordo con certe forme estetizzanti, perché precludono la libertà di pensiero e la possibilità di vivere, e poi riducono tutto a formulazioni sterili.

Io credo che sia importante, per essere vivi, dare fondo a se stessi, nella piena libertà e sincerità. Il tempo poi stabilirà i valori, se esistono. Spero che tutto il mio lavoro (almeno quello fatto fino ad ora) abbia una coerenza e che esprima la mia vita nel mio tempo.

Non voglio dettare niente, solo esprimermi.

Mi è tanto difficile capire perché vivo. 

 

Barasso, dicembre 1973 

Opere

Le gallerie fotografiche, che sono composte da immagini d’epoca e riprese più recenti, contengono, per ogni periodo, solo alcune opere a titolo esemplificativo.

Tutte le misure sono espresse in cm

Scultura

Grafica

Bibliografia e Collocazione delle Opere
Bibliografia

1941

  • AA.VV. (a cura di), Catalogo della “IIIa Mostra provinciale del Sindacato Fascista Belle Arti”, Milano, Palazzo della Permanente, 1941
  • CASADIO A., Tavernari, in “Cronaca Prealpina”, 4/9/1941
  • S. FOIADELLI, Presentazione della mostra Selvini – Tavernari, Varese,  1941

1942

  • G. DI MARZIO, G. LETTA (a cura di), Catalogo della mostra “Premio Verona. Prima Mostra Nazionale d’Arte”, Verona, Palazzo della Gran Guardia, 1942
  • M. RHO (a cura di), Mostra degli Artisti alle Armi, Como, Palazzo del Broletto, 1942
  • O. R. BAJOCCHI O. R., Tre artisti in grigioverde nelle sale del Broletto: Uboldi, Orsi e Tavernari, “L’Ordine”, 29/11/1942

1943

  • ALBONETTI, Dieci puntesecche di Vittorio Tavernari, Ed. Hoepli, Como, 1943
  • ALBONETTI, Sculture di Vittorio Tavernari, in “Meridiano di Roma”, 6/6/1943

1946

  • S. CAIROLA (a cura di), Catalogo del “Premio di scultura della Spiga”, Milano, Galleria della Spiga, 1946, pp.100-101

1949

  • Premio scultura Città di Varese, Catalogo della mostra,Varese, Villa Mirabello, 1949, p. 30, ill. tav. XXXII

1950

  • C. MALTESE, Introduzione alla scultura moderna,in “Ulisse” Rivista di Cultura Internazionale, Roma, anno IV – vol. II, Fascicolo XII, giugno 1950
  • C. ZERVOS, Un demi-siècle d’art italien, in “Cahiers d’Art”, XXV, n. 1, 1950, pp. 267-268

1951

  • G. C. ARGAN (a cura di), Catalogo della mostra Italian Artists of to-day: exhibition of Italian contemporary“, Roma, Galleria dell’Art Club, 1951, no. 93 delle illustrazioni
  • G. MARUSSI, Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Milano, Galleria “Il Milione”, 1951
  • M. RADICE, La Mostra Nazionale di pittura e scultura. Premio Città di Gallarate“, in “Rassegna Gallaratese di Storia e d’Arte”, Anno XI, no. 2, 1951
  • SOCIETÀ PROMOTRICE DELLE BELLE ARTI (a cura di), Catalogo della mostra La Quadriennale 1951, Torino, Palazzo al Valentino,1951, p. 16
  • TRIENNALE DI MILANO (a cura di), Catalogo della “IX Triennale di Milano”, Palazzo dell’Arte di Milano, 1951, p. 113
  • M. MODESTI, Mostre d’arte a Milano. Tavernari al Milione, in “La Prealpina”, 13/1/1951
  • L. MORETTI, Tavernari, in “Spazio”, 1951
  • M. NEGRI M., Statue per il Sole di Tavernari a Milano, in “Domus”, n. 256, marzo 1951, p. 49
  • M. VALSECCHI, Un premio ben assegnato, in “Tempo”, 10/6/1951
  • Alla Mostra di Gallarate premiato un varesino, in “La Prealpina”, 6/6/1951
  • Disegno di Vittorio Tavernari, in “L’Illustrazione Italiana”, n. 8, agosto 1951, p. 97
  • Vorrei poter scolpire l’universo (intervista), in “Epoca”, n. 44, 11 agosto 1951

1952

  • R. DE GRADA, Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Legnano, Galleria d’Arte “Del Leone”, 1952
  • G. DORFLES , Modern sculpture in Italy, in “The Studio”, vol. 144, n. 175, 1952, pp. 107-113
  • Al Leone: Tavernari e Bergolli, in “Gazzetta di Legnano”, 9/5/1952
  • Un’opera dello scultore Tavernari, in “L’Ordine Nuovo”, 21/5/1952
  • G. P. C., Tavernari e Bergolli alla Galleria del Leone, in “Il Popolo Lombardo”, 10/7/1952

1953

  • R. DE GRADA, Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Milano, Galleria d’Arte “La Colonna”, 1953
  • M. PORTALUPI, Vittorio Tavernari alla Colonna, in “La Notte”, 3/6/1953
  • M. RADICE, Vittorio Tavernari, in “L’Italia”, 18/6/1953
  • E. ZANZI, Mostra premio Vado Ligure, in “Corriere del Popolo”, 23/8/1953
  • AA. VV, Catalogo della “Prima mostra Nazionale di arti figurative per la Pinacoteca d’arte moderna di Spoleto”, 1953

1954

  • AA.VV. (a cura di), Catalogo della “XXVII Esposizione Biennale Internazionale d’Arte”, Venezia, Giardini di Castello, 1954, p. 101
  • R. GERLA, La Grande Sala detta dell’Alessi in Palazzo Marino, Milano, 1954, p. 39
  • AA. VV. (a cura di), Catalogo della “IIa Mostra nazionale d’arte figurativa”, Spoleto, Palazzo Collicola, 1954

1956

  • QUADRIENNALE DI ROMA (a cura di), Catalogo della “VII Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma”, Roma, Palazzo delle Esposizioni, 1956
  • AA.VV (a cura di), Catalogo della “XXVIII Esposizione Biennale Internazionale d’Arte, Venezia, Giardini di Castello, 1956, ad vocem

1957

  • AA.VV. (a cura di), Catalogo della mostra “Colori e forme nella casa d’oggi“, Como, Villa Olmo, 1957, pp. 44-46
  • F. ARCANGELI, Tavernari, Catalogo della mostra, Milano, Galleria del Fiore e Roma, Galleria Schneider, 1957
  • EMILIANI, L. PANCALDI, Catalogo dell’esposizione “Premio Morgan’s Paint, Biennale per la pittura, la scultura e il bianco e nero”, Rimini, Palazzo dell’Arengo,1957
  • L. RAGGHIANTI, Arte contemporanea, in “seleARTE”, n. 33, 1957, p. 60, ill. 170, 171, 172
  • L. GALLINA, Oltre le facili seduzioni, Tavernari cerca la Verità dell’uomo, in “La Prealpina”, 7/11/1957
  • M. LEPORE, Lo scultore Vittorio Tavernari, in “Corriere d’Informazione”, 15-16/11/1957
  • M. VALSECCHI, L’uomo di Tavernari, in “Il Giorno”, 19/11/1957
  • M. MONTEVERDI, Vittorio Tavernari, in “Corriere Lombardo”, 22-23/11/1957
  • G. KAISSERLIAN, Tavernari, in “Il Popolo”, 23/11/1957
  • M. DE MICHELI, Le cronache d’arte. Vittorio Tavernari, in “L’Unità”, 27/11/1957
  • G. M. MUSSIO, Tavernari, in “L’Italia”, 27/11/1957
  • G. BALLO, Tavernari alla Galleria del Fiore, in “Avanti”, 28/11/1957
  • MARCHESINI, Alla Schneider: Tavernari, in “Taccuino delle arti”, dicembre, 1957
  • T. SAUVAGE, Pittura italiana del dopoguerra, Milano, Ed. Schwarz, 1957, pp. 49, 50, 52, 63, 233
  • G. CARANDENTE, Catalogo della mostra “Sculture Italiane 1911-1957“, Roma, Galleria “La Bussola”, 1957 – 1958
  • AA.VV. (a cura di), Catalogo della “XX Biennale Nazionale di Milano”, Palazzo della Permanente, Milano, 1957, n. 139, 140, p. 30
  • AA. VV. (a cura di), Catalogo del “Premio internazionale di scultura città di Carrara”, 1957, p. 29, no. 146
  • AA. VV. (a cura di), Catalogo del “II Premio internazionale del bronzetto – XII Biennale d’arte triveneta”, Padova, Sala della Ragione, 1957

1958

  • AA.VV. (a cura di), Catalogo della “XXIX Esposizione Biennale Internazionale d’Arte”, sezione Giovani artisti italiani e stranieri, sala XXXI, Venezia, 1958, p. 122
  • F. ARCANGELI,  Tavernari, in “Nostro Tempo“, anno VII, no. 45, 1958
  • M. DE MICHELI, Scultura italiana del dopoguerra, Milano, Schwarz Editore, 1958, pp. 112-113, 218-219, 307
  • B. DUFF HOOTON, D. BOWN, D. JOHANSON, Contemporary Italian drawing, Contemporary American drawing, in “Drawing”, vol. II, n. 1, Broadaxe Press, 1958, p. 8
  • M. VALSECCHI (a cura di), Catalogo della mostra “Giovani Artisti Italiani“, Milano, Palazzo della Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente, 1958, ad vocem
  • Giovani Artisti Italiani” alla Permanente, in “Il Giorno”, 11/5/1958
  • R. DE GRADA, Vittorio Tavernari, in “Il Contemporaneo”, 7/1/1958
  • M. BARATA, Tavernari e relacoes dos escultura com a pintura, in “Diario de Noticias“, 21/12/1958
  • AA.VV. (a cura di), Catalogo della mostra “Esposizione Nazionale di Belle Arti, Società Promotrice delle Belle Arti, Torino, Palazzo Chiablese, 1958, p. 11, no. 65
  • QUADRIENNALE DI ROMA (a cura di), Catalogo della “VIII Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma”, Roma, Palazzo delle Esposizioni, 1959-1960, p. 212

1959

  • AA.VV. (a cura di), Catalogo della mostra “Quadriennale 1959, Torino, Parco del Valentino, Società Promotrice delle belle arti, 1959, Sala VII, opere 23-24
  • BIENNALE DI VENEZIA (a cura di), Catalogo della mostra “Artistas Italianos de Hoje. Na 5a Bienal do Museu de Arte Moderna”, Sāo Paulo, Museu de Arte Moderna, 1959, op. 151 (ill.), 152, 153, 154 (ill.), 155, ad vocem
  • U. APOLLONIO, G. PEROCCO (a cura di), Catalogo della “XIII Biennale d’Arte Triveneta – III Concorso internazionale del Bronzetto”, Padova, Sala della Ragione, 1959, p. 31
  • L. PRIORI, Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Bologna, Galleria del Libraio, 1959
  • D. CAVALLI., Lo scultore Tavernari alla Galleria del Libraio, in “Resto del Carlino”, 14/11/1959
  • C. L. RAGGHIANTI (a cura di), Grafica italiana contemporanea, Università di Pisa, Istituto di Storia dell’Arte, Pisa, 1959, p. 11, ill. 18
  • C. L. RAGGHIANTI, Vittorio Tavernari, in “seleARTE”, n. 44, 1959, p. 16

1960

  • F. RUSSOLI, Tavernari, All’Insegna del Pesce d’Oro, Scheiwiller Editore, Milano, 1960
  • E. TADINI, Vittorio Tavernari, in “Cenobio”, IX, 1960, pp. 204-209
  • C. GOLDSCHEIDER (a cura di), R. PALLUCCHINI (prefazione di), Catalogo della mostra “Sculpture italienne contemporaine d’Arturo Martini a nos jours, Paris, Musée Rodin, 1960, ill. 32 G. MARCHIORI (a cura di), Catalogo mostra “Esposizione Nazionale 1960”, Società Promotrice delle Belle Arti, Parco del Valentino, Torino, 1960, ill. op. 73
  • M. MASCIOTTA, L’arte italiana dal 1945 ad oggi. La scultura, in “Letteratura”, n. 43-45, Ed. De Luca, Roma, p. 25
  • R. BIASIO, Uno scultore con scalpello ossidrico, in “Oggi”, n. 15,14/4/1960
  • R. TASSI, Vita originaria nell’arte di Tavernari, in “Libera Stampa”, 17/8/1960
  • E. BELLINELLI, Vittorio Tavernari, in “Libera Stampa”, 17/8/1960
  • C. L. RAGGHIANTI (a cura di), Arte italiana d’oggi, in “seleARTE”, no. 48, ottobre-dicembre, p. 75
  • Tavernari, in “Libri e riviste d’Italia”, dicembre 1960
  • G. DORFLES, La Quinta Biennale di San Paolo, in “Domus”, 1960
  • O. PATANI, Disegno moderno in Italia, Nicola Moneta Editore, Milano, 1960, ill. 112

1961

  • E. RICCOMINI (a cura di), Catalogo della mostra “Premio Morgan’s Paint, IIIa Biennale Internazionale per la Pittura e la Scultura Italia – Jugoslavia”, Rimini, Palazzo dell’Arengo, 1961, no. 153, 154 (ill.), 155
  • G. BAILEY WASHBURN (a cura di), Catalogo della mostra “International Exhibition of contemporary painting and sculpture“, Pittsburgh (USA), Carnegie Institute, Department of Fine Arts, 1961-1962, ill. 393
  • Lavori di Tavernari nei Musei americani, in “La Prealpina”, 11/11/1961
  • C. HONDA (a cura di), Catalogo della mostra “Italian Contemporary Sculpture”, Tokio, Takashimaya Dep. Store, 1961, ill. 115
  • R. PALLUCCHINI (a cura di), Catalogo del “IV Concorso Internazionale del bronzetto”, Padova, Sala della Ragione, 1961
  • R. PALLUCCHINI, Tavernari, Catalogo della mostra, Paris, Galleria Paul Facchetti, 1961
  • P. RESTANY, Tavernari, in “Cimaise”, maggio – giugno 1961
  • D. CONLAN, Report from Paris, in “Pictures on exhibit”, Vol. XXIV, no. 7, New York, 1961, p. 53
  • M. COURTOIS, Expositions à Paris Vittorio Tavernari, in “Art International”, n. 4, 1961, p. 73
  • Mostra parigina dello scultore Tavernari, in “La Prealpina”, 18/3/1961
  • Una mostra a Parigi dello scultore Tavernari, in “L’Arena”, 21/3/1961
  • Tavernari, in “Il Giornale degli italiani”, 21/3/1961
  • M. RAGON, A la recherche d’une nouvelle figuration, in “Arts”, 22-28/3/1961
  • A Parigi mostra dello scultore Tavernari, in “Il Quotidiano”, 25/3/1961
  • Tavernari, in “New York – Herald Tribune”, 29/3/1961
  • D. CHEVALIER, Tavernari, in “France observateur”, 4/5/1961
  • Tavernari, in “La Notte”, 18/5/1961
  • Recenti sculture di Tavernari da Facchetti, in “Notiziario d’arte” n. 5-6, 1961
  • F. RUSSOLI, ( a cura di), Italiensk Kunst I Dag , Copenaghen, Museum Louisiana, Marzo
  • R. SALVINI, Scultura italiana moderna, Silvana Editoriale d’Arte, Milano, 1961, ill. 16
  • F. POCH, Tavernari, in “Città di Milano”, agosto 1961
  • G. M., Tavernari, in “L’Italia”, 25/10/1961
  • G. SCHOENENBERGER (a cura di), Catalogo mostra “Personaggi e figure“, Lugano, 1961
  • R. TASSI, Vittorio Tavernari, in “Palatina”, n. 20, ottobre – dicembre, 1961, pp. 50-55
  • U. APOLLONIO (a cura di), Italiensk Kunst I dag, Oslo, Kunstnernes hus, 1961, p. 31 
  • WESTHOLM (a cura di),  Italiensk Kunst I Dag , Göteborg, Konstmuseum, 1961

1962

  • M. DE MICHELI, Tavernari, Catalogo della mostra, Milano, Galleria Lorenzelli, 1962
  • THE MUSEUM OF MODERN ART (a cura di), Painting and sculpture acquisitions, January 1 1962 through December 31, The Museum of Modern Art, New York, p. 24
  • Tavernari, in “L’Unità”, n. 39, 15/2/1962
  • G. KAISSERLIAN, Vittorio Tavernari e Giò Pomodoro, in “Il Popolo”, 17/2/1962
  • L. FERRANTE, Tavernari, in “Stasera”, 20/2/1962
  • M. LEPORE, Tavernari, in “Corriere d’Informazione”, 20/2/1962
  • L. B., Tavernari, in “Corriere della Sera”, 22/2/1962
  • RAINI, Mostre a Milano in febbraio, Tavernari, in “Le Arti”, n. 3, 3/3/1962, p. 7
  • AA.VV. (a cura di), Catalogo della mostra “II Symposium International des Sculpteurs”, Kostanjevica (Jugoslavjia), 1962
  • L. SMREKAR, Kipar Vittorio Tavernari, in “Dolenjski List”, 16/8/1962
  • Vittorio Tavernari, in “Dolenjski List”, 2/8/1962
  • J. BELIN, Dleta V Hrastu, in “Tovaris”, n. 32, 9/8/1962, pp. 20-24
  • Tavernari, in “Gente”, n. 31, copertina, 3/8/1962
  • D. CARA, Mercati d’arte – Vittorio Tavernari, in “Italia moderna produce”, 1962
  • M. VALSECCHI, Uno scultore terrestre, in “Tempo”, n. 9, 3/3/1962
  • G. RAGO, Tavernari, tenerezza per il legno, in “La Tribuna del Mezzogiorno”, 4/3/1962
  • M. PORTALUPI, Le mummie di legno, in “La Notte”, 7-8/3/1962
  • L. PRIORI, Recenti sculture di Tavernari a Milano, in “L’Avvenire d’Italia”, 13/3/1962
  • M. MONTEVERDI, Tre scultori su tre strade. Vittorio Tavernari, in “Corriere Lombardo”, 15/3/1962
  • D. CARA, Tavernari, in “Italia moderna produce”, maggio – giugno
  • AA. VV. (a cura di), F. RUSSOLI (prefazione), Biennale Internazionale di Scultura, III Premio Carrara, 1962, no. 246
  • T. PASSINA, Tavernari, in “Tavolozze, schermi e ribalte”, n. 2, 1962
  • O. PATANI, Tavernari, in “Vitalità”, n. l, 1962, pp. 52-53
  • L. RAGGHIANTI, Premio Carnegie – Tavernari, in “seleARTE “, 1962, p. 25
  • Nuove affermazioni dello scultore Tavernari, in “La Prealpina”, 1/12/1962
  • GEDDO, Vittorio Tavernari alla Lorenzelli, in “Giornale di Bergamo”, 10/12/1962
  • Premiato a Spoleto lo scultore Tavernari, in “Giornale di Bergamo”, 19/12/1962
  • G. CARANDENTE (a cura di), Catalogo del  “X Premio Spoleto”, 1962
  • Assegnato il premio Spoleto, in “Unione Sarda”, 21/12/1962
  • Per Tavernari e Guttuso nuovi riconoscimenti, in “La Prealpina”, 22/12/1962
  • G. SCHOENENBERGER, Tavernari, in “Art International”, VI/3, 1962, p. 57

1963

  • R. TASSI , Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Lugano, Galleria Nord-Sud, 1963
  • M. PAGNAMENTA, Intervista radiofonica per la Radio Televisione Svizzera Italiana, 1963
  • Mostra personale dello scultore Tavernari, in “Gazzetta Ticinese”, 11/12/1963
  • Mostra personale di Tavernari alla Nord-Sud, in “Gazzetta Ticinese”, 13/12/1963
  • Vittorio Tavernari alla Galleria Nord-Sud, in “Giornale del Popolo”, 13/12/1963
  • Alla Galleria “Nord-Sud” scultura di Vittorio Tavernari, in “Libera Stampa”, 13/12/1963
  • Inaugurata la mostra Tavernari, in “Corriere del Ticino”, 6/12/1963
  • U. APOLLONIO (introduzione), Catalogo del “V Concorso Internazionale del bronzetto“, Padova, Sala della Ragione, 1963, no. Ill. 118
  • M. VALSECCHI (introduzione di), Mostra mercato nazionale d’Arte Contemporanea, Palazzo Strozzi, Firenze, 1963, p. 134
  • G. DORFLES, M. ONORATO (a cura di), Scultori della scuola di Milano, Ed. Moneta, Milano, 1963, p. 51
  • AA.VV. (a cura di), “MOMA Bulletin”, XXX, no. 2 and 3, New York, 1963, p. 24
  • Mostra dello scultore Tavernari a Copenhagen, in “Esteri”, 31/12/196
  • B. E., Scultura di Tavernari, in “Politiken”, 6/11/1963
  • J. Z., Tavernari’s Udstilling hos Haghfelt, in “Berlingske Tidende”, 15/11/1963
  • U. APOLLONIO (a cura di), Italiensk kunst i dag, Cophenagen e  Charlottenborg, 1963, op. 62-63
  • D. FABBRI (a cura di), La Bibbia, oggi. Premio Nazionale d’Arte Fratelli Fabbri editori, Milano, Palazzo Reale, 1963 – 1964
  • AA. VV. (a cura di), III Fiera del disegno, Milano, Salone dell’Annunciata, 1963 – 1964
  • D. FABBRI, C. MONTAGNA, C. BO, E. FRANCIA (a cura di), Premio Nazionale d’Arte Fratelli Fabbri Editori, “La Bibbia oggi”, Catalogo, Milano – Roma, 1963, no. 56

1964

  • G. BALLO, La linea dell’arte italiana. Dal simbolismo alle opere moltiplicate. Vol. II. Edizioni Mediterranee, Roma, 1964, pp.206-207
  • G. CURONICI, Sculture di Vittorio Tavernari, in: “Cenobio”, n. 1, gennaio – febbraio, 1964, pp. 79-80
  • L. CARLUCCIO (prefazione di), Catalogo della “II Mostra mercato nazionale d’Arte Contemporanea, Profilo dell’Arte Contemporanea in Italia. Firenze, Palazzo Strozzi, 1964, p. 166
  • L. CARLUCCIO, Vittorio Tavernari, in Catalogo della “XXXII Biennale Internazionale d’Arte”, Venezia, 1964, pp. 112-113
  • F. DI CASTRO, Artisti italiani alla  Biennale, in “Le Arti”, anno XIV, no. 6, 1964, p. 11
  • M. VENTUROLI, Una panoramica della Biennale di Venezia, in “D’Ars Agency”, anno V, no. 3, 1964
  • RAI, Intervista televisiva a Vittorio Tavernari in occasione della Biennale di Venezia, 1964
  • G. SCHOENENBERGER, Tavernari, in “Libera Stampa”, 24/1/1964
  • S. OPPENHEJM, Tavernari, Catalogo della mostra, Copenhagen, Galleria Maneten, 1964
  • S. OPPENHEJM, Former i tra, in “Gòteborgs Handels”, 22/2/1964
  • S. OPPENHEJM, Italienski pa Maneten, in “Goteborgs Posteri”, 22/2/1964
  • V. PRAMPOLlNI, La scultura di Tavernari si ispira ad un fervido amore per la vita, in “La Prealpina”, 25/2/1964
  • K. MUHLHAUSEN (prefazione di), Fremmed kunst i dansk eje, Louisiana Museum, 1964, p. 28
  • G. MARUSSI (prefazione di), Catalogo della mostra “Quarto premio internazionale di pittura Campione d’Italia, Primo premio internazionale del bronzetto”, Campione d’Italia, 1964, ill. (Le due donne)
  • G. MASCHERPA, Un Crocefisso salvò un fante scultore, in “Gente”, n. 46, 12/11/1964
  • AA.VV. (a cura di), Catalogo della mostra “Nuove acquisizioni alle raccolte d’arte comunali”, Bologna, Galleria d’Arte Moderna, 1964, tav. XXV
  • AA. VV. (a cura di), IV Fiera del disegno, Milano, Salone dell’Annunciata, 1964 – 1965

1965

  • R. TACCANI, A. ROSSI, E. BRENNA (a cura di), Catalogo della mostra “XXIV Biennale d’Arte Città di Milano”, Milano, Palazzo della Permanente, 1965, p. 302
  • U. APOLLONIO, E. CRISPOLTI, G. DORFLES, D. MICACCHI, M. VENTUROLI (a cura di), Arte d’oggi, Armando Curcio Editore, 1965, p. 129 a, ill. 234
  • N. MIGLIERINA (a cura di) P. CHIARA (presentazione di), Catalogo della mostra “Venticinque artisti alle fornaci di Cunardo”, Cunardo, 1965
  • P. PIEROTTI, C. L. RAGGHIANTI (a cura di), Catalogo della mostra “IV Biennale internazionale di Scultura di Carrara”, Carrara, 1965, no. 217, 218, 219, 220 (ill.), 221
  • LOZITO (presentazione di), Catalogo della mostra “Grafica contemporanea”, Viggiù, Parco Butti, 1965, ill. ad vocem
  • M. DE MICHELI (a cura di), Scultura europea, Salone Annunciata, Milano, 1965, (illustrazione di “Nudo femminile”, 1962)
  • G. BERROCCO (a cura di), Catalogo della “IX Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma”, Palazzo delle Esposizioni, Roma, 1965-1966

1966

  • P. CHIARA, R. TASSI, Calvari – Sculture di Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Milano, Galleria S. Fedele, 1966
  • M. DE MICHELI, Le crocifissioni di Tavernari, in “L’Unità”, 6/4/1966
  • COCCIA, L’iconografia del Venerdì Santo trova nello scultore Tavernari un interprete del nostro tempo, in “L’Italia”, 8/4/1966
  • L. RAGGHIANTI, Tavernari. Disegni e tempere 1935-1965, Università di Pisa, Istituto di Storia dell’Arte dell’Università, Firenze, Editoriale Il Torchio, 1966
  • L. RAGGHIANTI, Vittorio Tavernari, Catalogo della “VII mostra itinerante”, Istituto di Storia dell’Arte dell’Università di Pisa, 1966
  • Esposte a Pisa le opere grafiche di Vittorio Tavernari, in “L’Unità”, 1966
  • L’opera grafica di Vittorio Tavernari, in “Il Giornale del Mattino”, 22/6/1966
  • Mostra di Tavernari alla “Strozzina”, in “La Nazione”, 25/6/1966
  • T. SCHNEIDER MANZELL (a cura di), Catalogo della mostra “V Biennale Christlicher Kunst der Gegenwart“, Salzburg, Oratorien des Domes, 1966, p. 72
  • F. VINCITORIO, Tavernari, in “La Fiera Letteraria”, 7/4/1966
  • M. VALSECCHI, Due scultori a Milano: Agenore Fabbri e Vittorio Tavernari documentano in modi diversi la profonda drammaticità del nostro tempo, in “Tempo”, n. 16, 20/4/1966
  • Sculture di Tavernari, in “Il Giornale del Mattino”, 10/7/1966
  • Catalogo d’arte moderna, Ed. G. Bolaffi, Torino, 1966, pp. 354, 496
  • P. BERARDO ROSSI (presentazione di), Catalogo della “7a Biennale Nazionale d’Arte Sacra Contemporanea”, Federico Motta Editore, Bologna, Milano, Roma, 1966 – 1967, p. 212 no. 284
  • AA. VV. (a cura di), Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Galleria alle Torri, Cunardo, 1966

1967

  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Mostra di sculture di piccolo formato in argento, bronzo, oro”, Roma, Galleria Piazza di Spagna, 1967, no. 35
  • G. CARANDENTE (a cura di), Dizionario della scultura moderna, Il Saggiatore, Milano, 1967, pp. 361-362 (ill.)
  • R. DE GRADA (introduzione di), Pittura, Scultura degli anni 60, Alfieri & Lacroix Ed., Milano, 1967, p. 442, 443, ill. 444-445
  • F. RUSSOLI (Direttore di), Il “credo” artistico di Consagra e Tavernari, in  L’Arte Moderna. Vol. XIII. Correnti contemporanee II”, Fratelli Fabbri Editori, 1967, p. 369
  • F. RUSSOLI (Direttore di), Dizionario biografico, in “L’Arte Moderna. Vol. XIV”,p. 542
  • A. DRAGONE, Vittorio Tavernari o la fede nella scultura, Catalogo della mostra, Torino, Galleria d’arte “La Dantesca”, 1967
  • DRAGONE, Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Modena, Università Tempo Libero, 1967
  • G. MARUSSI, Catalogo della mostra “Umberto Milani, Francesco Somaini, Vittorio Tavernari: Sculture spirituali”, Milano, Sala Moroni, 1967
  • P. G. AGOSTONI, Sculture spirituali, in “La Casa”, n. 7-8, luglio – agosto 1967, pp. 340-343
  • L. RAGGHIANTI (a cura di), Catalogo della mostra “Gli artisti per Firenze. Museo internazionale d’Arte Contemporanea”, Firenze, Palazzo Vecchio, 1967, p. 176
  • P. C. SANTINI, Cinque litografie di Tavernari, Firenze, Il Bisonte, 1967
  • G. RAIMONDI, F. SOLMI (presentazione di), “Il Bisonte, Stamperia d’Arte Grafica contemporanea, Catalogo delle novità”, 1967, V. Tavernari:
    no. 1-5
  • R. TACCANI (a cura di), Catalogo della mostra “XXV Biennale Nazionale d’Arte Città di Milano, Milano, Palazzo della Permanente, 1967, p. 173
  • UNIONE FIORENTINA (a cura di), A. NOCENTINI (introduzione di), Catalogo della mostra “XVIII Mostra Internazionale d’Arte Premio del Forino”, Firenze, Palazzo Strozzi, 1967, no. 62, 63, 64 (ill.)
  • G. CURONICI, Ricerca del vero, in “Corriere del Ticino”, 10/2/1967
  • M. BERNARDI., Le sculture di Tavernari, in “La Stampa”, 11/2/1967
  • DRAGONE, I legni “bifronti” di Vittorio Tavernari, in “Stampa Sera”, 27/2/1967
  • L. CARLUCCIO, Suggestioni sceniche di Tavernari, in “Gazzetta del Popolo”, 5/3/1967
  • Disegni e sculture di Vittorio Tavernari, in “Il Resto del Carlino”, 18/4/1967
  • L. LEONELLI, I legni di Tavernari, in “Il Resto del Carlino”, 26/4/1967
  • P. VIARDO, L’arte di Tavernari vista da C. L. Ragghianti, in “Il Cittadino”, 28/4/1967
  • N. MIGLIERINA (a cura di), Catalogo della “4a Mostra Artisti contemporanei”, Fornaci  di Cunardo (VA), 1967, ill. penultima pagina

1968

  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Sculpteurs Italiens. II  Exposition Internationale du petit bronze”, Quadriennale di Roma, Paris, Musée d’Art Moderne, 1968, illustrazione in penultima pagina
  • R. DE GRADA (a cura di), Catalogo della mostra “La Tavolozza figurativa. Mostra d’Arte contemporanea, Milano, Palazzo della Permanente, 1968, pp.134, 135 (ill.) 
  • FABBRI EDITORE, Maestri della scultura, Fratelli Fabbri Editore, Milano, 1968, ad vocem.
  • GALLERIA CADARIO (a cura di), Catalogo della mostra “Maestri della pittura e scultura moderna”, Caravate (VA), Galleria Cadario, 1968, tav. 24
  • M. L. GUAITA (a cura di), Catalogo “Il Bisonte litografie e incisioni”, Firenze, Stamperia d’Arte Grafica Contemporanea “Il Bisonte”, 1968, p. 50
  • N. MIGLIERINA (a cura di), Catalogo della mostra “5a Mostra Artisti Contemporanei”, Fornaci di Cunardo, 1968, ill. ultima pagina
  • B. PASSAMANI (a cura di), Catalogo della “Mostra del disegno contemporaneo. Disegni di scultori italiani. Grafica internazionale della collezione Cavellini”, Bassano del Grappa, Palazzo Sturm, 1968, Catalogo scultori, ad vocem
  • P. C. SANTINI, ICieli di  Tavernari, in “Critica d’Arte”, XXXIII, fasc. 100, 1968, pp. 17-34
  • P. ZAMPETTI (a cura di), Catalogo della mostra “VII Biennale dell’incisione italiana contemporanea”, Venezia, Piazza S. Marco, 1968, p. 98, no. 107 (ill.)
  • L. FERRIANI, Tavernari, in “La Prealpina”, 25/5/1968
  • AA. VV, Catalogo d’Arte Moderna, G. Bolaffi Editore, Torino, 1968, p. 303
  • Maestri della scultura, Fratelli Fabbri Editore, Milano, 1968, ad vocem.
  • L. DAMJANOVSKA, S. ABADZIEVA DIMITROVA (a cura di), Artistes plastiques contemporains, Vue sur la sculpture contemporaine, Skopje Musee d’Art Contemporain, 1968, no. 20, ad vocem
  • MUSEE D’ART CONTEMPORAIN SKOPJE, Ouvres données Juillet 1967- juillet 1968, Ouvre no. 117, 1968

1969

  • PICA, Mostra antologica di Vittorio Tavernari, 1944-1969, Catalogo della mostra, Milano, Padiglione d’Arte Contemporanea, 1969
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Scultori italiani di oggi”, Quadriennale di Roma, Il Cairo, 1969, ad vocem
  • L. RAGGHIANTI, L’arte di Vittorio Tavernari, in “Cenobio”, 1969, pp. 3-15
  • M. VALSECCHI (a cura di), Catalogo della mostra “Scultura italiana all’aperto”, Monza, Villa Reale, 1969, ad vocem
  • CAMPINI, Lo scultore Vittorio Tavernari, in “Il Conciliatore”, n. 6, 15/6/1969, pp. 264-266
  • M. VALSECCHI, Dopo le donne ha scolpito i cieli, in “Tempo”, n. 26, 28/6/1969, p. 80
  • F. PASSONI, Un’antologia di Tavernari, in “Avanti”, 29/6/1969
  • F. VINCITORIO, Cielo e terra, in “Notiziario d’arte contemporanea”, n. 18, 1/7/1969, p. 12
  • PICA, Scultura di Vittorio Tavernari, in “Domus”, n. 477, agosto 1969, pp. 54-55
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Scultori italiani di oggi”, Quadriennale di Roma, Teheran, 1969,  ad vocem

1970

  • M. L. GUAITA (a cura di), Catalogo “Il Bisonte litografie e incisioni originali, Nuove opere”, Firenze, Stamperia d’Arte Grafica Contemporanea “Il Bisonte”, 1970, p. 8
  • G. BUSATO (a cura di), Catalogo della mostra “III Exposicion Internacional del pequeno bronce escultores europeos”, Madrid, Museo Espanol de Arte Contemporaneo, 1970, no. 153, 154 (ill.), p. 48
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Escultores italianos”, Quadriennale di Roma, Lisbona, Galeria de exposicoes temporarias da Fundacao Calouste Gulbenkian, 1970, pp. 25, 35, ill. penultima pagina
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Moderne Italienische Bildhauer”, Quadriennale di Roma, Hannover, Kunstverein, 1970, pp. 263-264, ill. 265-266
  • COMUNE DI BOLOGNA (a cura di), Catalogo della mostra “Due decenni di acquisizioni alle raccolte comunali d’arte. Pittura, scultura, grafica”, Bologna, Museo Civico, 1970, ill. p. 168, p. 205
  • G. MASCIONI (regia di), Vittorio Tavernari o la Scultura come sintesi della creazione, intervista televisiva di D. Gobba con P. Chiara e V. Scheiwiller, Televisione Svizzera Italiana, 1970
  • G. PIOVENE, I cieli e gli amanti di Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Torino, Galleria d’arte “La Dantesca”, 1970
  • V. SCHEIWILLER, Tavernari alla Dantesca, in “Panorama”, n. 206, 26/3/1970
  • M. VALSECCHI, Vittorio Tavernari. Sculture 1945-1970, All’insegna del Pesce d’Oro, Scheiwiller Editore, 1970
  • F. BELLONZI (a cura di), C. L. RAGGHIANTI (presentazione di), Catalogo della mostra “Scultori Italiani Contemporanei”, Quadriennale di Roma, Firenze, Galleria La Gradiva, 1970, pp. 184, 185 (ill.)
  • M. BERNARDI, Le sculture di Tavernari fra astrattezza e realtà, in “La Stampa”, 10/3/1970.
  • L. CARLUCCIO, Gli amanti di Tavernari, in “Gazzetta del Popolo”, 12/3/1970
  • N. PERAZZI, Cieli e amanti di Tavernari, in “Corriere della Sera”, 15/3/1970
  • DRAGONE, Gli amanti drammatici nei dipinti di Tavernari, in “Stampa Sera”, 23/3/1970
  • Enciclopedia Universale SEDA della pittura moderna, 1970, SEDA EDITORE, pp. 2728-2729
  • G. L. BURRAFATO, Vittorio Tavernari: sculture, tempere e disegni. Catalogo della mostra, La Spezia, Galleria Minotauro, 1970

1971

  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Modern olasz szobraszat”, Quadriennale di Roma, Budapest, Mucsarnok, 1971, ill. 112, ad vocem
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Scultori Italiani Contemporanei”, Quadriennale di Roma, Milano, Palazzo Reale, 1971, pp. 235,236,237
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra“Escultura Italiana Contemporanea Bronces, Quadriennale di Roma, Buenos Aires, Museo Nacional de Bellas Artes, 1971, ill. 124, ad vocem
  • G. L. BURRAFATO, Vittorio Tavernari, in G. F. Maffina (a cura di), Trentacinque artisti varesini, 1971, pp. 207-214
  • G. MARCHIORI (a cura di), Catalogo della mostra “Scultura Italiana Contemporanea nel centro storico bolognese”, Bologna, 1971, ad vocem
  • M. DE MICHELI (a cura di), Catalogo della mostra “XXVII Biennale Nazionale d’Arte Città di Milano, Milano, Palazzo della Permanente, 1971
  • GALLERIA CADARIO (a cura di), Catalogo della mostra “Pittori e scultori operanti nella provincia di Varese. I Maestri”, Caravate, Galleria Cadario, 1971, ad vocem
  • R. MODESTI, Tavernari, in “La Prealpina”, 13/1/1971
  • N. MIGLIERINA, Le sculture di Vittorio Tavernari, in “La Prealpina”, 14/1/1971
  • MACCHIAVELLO, Monografia di Tavernari, in “Panorama”, 24/4/1971
  • Scultura di Vittorio Tavernari donata all’Accademia d’arte, in “La Nazione”, 15/9/1971
  • GOLDSCHEIDER (presentazione), G. MARCHIORI (introduzione), “IVe Exposition internationale de sculpture contemporaine”, Parigi, Museo Rodin, op. no. 178, 179, 180
  • R. COGNIAT, Sur quelques sculpteurs … , in “Le Figaro”, 29/11/1971
  • Catalogo della mostra “VIII Concorso nazionale del Bronzetto”, Padova, Sala della Ragione, ottobre 1971

1972

  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Escultura Italiana Contemporanea. Bronces”, Quadriennale di Roma, Città de Mexico, Museo de Arte Moderno, 1972, ill. 124
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Contemporary italian sculpture”, Quadriennale di Roma, Tokio, Hakone Museum e Tohbu Department Store, 1972, ill. 128
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “X Quadriennale Nazionale d’Arte. La ricerca estetica dal 1960 al 1970, Quadriennale di Roma, Roma, Palazzo delle Esposizioni, 1972, pp. 24, 37, 98
  • M. MONTEVERDI (a cura di), Annuario degli artisti visivi italiani, Editrice Seletecnica, Milano, 1972, p. 549
  • MOZZAMBANI, Tavernari, in “Dizionario Bolaffi degli scultori italiani moderni”, G. Bolaffi Editore, Torino, 1972, p. 378
  • Il crocifisso di Vittorio Tavernari, in “L’Avvenire”, 31/3/1972
  • M. RADICE, L’amore per l’arte, in “Corriere della Provincia”, 28/8/1972
  • S. ZANELLA (a cura di), Elenco delle opere della Galleria Arte Moderna, Gallarate, 1972, p. 29

1973

  • E. BELLINELLI, Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Campione d’Italia, Galleria Tonino, 1973
  • R. COGNIAT, Vittorio Tavernari, Scultures et dessins, Catalogo della mostra, Paris, Musée Rodin, 1973
  • G. MASCIONI (regia di), Documentario sull’opera di Tavernari in occasione dell’antologica al Musée Rodin, Televisione Svizzera Italiana, Lugano, 1973
  • G. CURONICI, La coppia nell’arte di Tavernari, in “Corriere del Ticino”, 8/2/1973
  • M. VENTUROLI, Maestri del pudore. L’arte erotica, in “Playman”, n. 3, marzo 1973
  • BAZZI, Una grande personale a Parigi dello scultore Tavernari, in “La Prealpina”, 4/10/1973
  • Sculptures et dessins de Vittorio Tavernari, in “L’amateur d’Art”, n. 526, 1/11/1973, p. 22, ill. p.23
  • L. M., Tavernari al “Musée Rodin”, in “La Stampa”, 2/11/1973
  • M. F., Au Musée Rodin Vittorio Tavernari. L’indivision de la forme et de la matière, “Nice Matin”, 4/11/1973
  • Un grand sculpteur italien – Vittorio Tavernari, in “La Presse Française”, 9/11/1973
  • M. GIBSON, Tavernari, in “Herald Tribune”, 13/11/1973
  • Les Expositions. Sculpture et dessins de Tavernari, in “Gazette de l’Hôtel Drouot”, n. 39, 16/11/1973, p. 26
  • G. MARINELLI, Sculture di Vittorio Tavernari, in “Corriere del Ticino”, 24 /11/1973
  • S. MARCHAND, Vittorio Tavernari a la recherche de l’origine des formes, in “Le Figaro”, 27/11/1973
  • P. M. GRAND, Tavernari au Musée Rodin, in “Le Monde”, 30/11/1973
  • N. F., L’ouvre de Tavernari au Musée Rodin, in “Brèves nouvelles de France”, 22/12/1973
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Sculptures Italiennes Contemporaines”, Quadriennale di Roma, Bruxelles, Musées Royaux d’Art et d’Histoire, 1973, p. 58
  • M. L. GUAITA VALLECCHI (a cura di), Il Bisonte, Stamperia grafica contemporanea, Catalogo, 1973, pp. 64-66 
  • E. BELLINELLI, Vittorio Tavernari, Ed. Pantarei, Lugano, 1973
  • L. CARAMEL, C. PIROVANO (a cura di), Galleria d’Arte Moderna, Padiglione d’Arte Contemporanea”, Raccolta Grassi, Electa Editrice, Milano, 1973, p. 29, ill. 220,221
  • M. CARRA’ (a cura di), L’umano nella scultura italiana, Catalogo della mostra, Milano, Galleria Annunciata, 1973
  • P. C. SANTINI (a cura di), Catalogo della mostra “Città/Spazio/Scultura”, Rimini, 1973
  • AA.VV. (a cura di), Catalogo delle sculture dell’Accademia d’Arte, Montecatini, 1973, p. 38
  • G. F. MAFFINA, Arte nel tempo. Varese e provincia, Centro Documentazione Arte, Varese, 1973, pp. 105-107
  • Tavernari Vittorio, in Enciclopedia Garzanti dell’ Arte, Aldo Garzanti editore, Milano, 1973, p. 649
  • Vittorio Tavernari, in “Regain”, Paris, dicembre 1973
  • N. TEDESCHI, La litografia degli artisti, Fiorini Editore, Verona, 1973, p. 202
  • L. B., Vittorio Tavernari, in “Bolaffi arte”, dicembre 1973, p. 87
  • GALLERIA CADARIO (a cura di), Catalogo della mostra “Maestri del nostro tempo”, Galleria Cadario, Varese, tav. 27

1974

  • E. CARLI, Vittorio Tavernari, Giardini Editori e Stampatori, Pisa, 1974
  • JIANOU, E. CARLI, Vittorio Tavernari, Arted, Editions d’Art, Paris, 1974
  • S. COLOMBO, Vittorio Tavernari ai Musei Civici di Villa Mirabello, Catalogo della mostra, Varese, Musei Civici – Villa Mirabello, 1974
  • G. BAZZI, La figura umana di Tavernari è guardata con occhi d’amore, in “La Prealpina”, 14/2/1974
  • N. GALLI, A Villa Mirabello di Varese una mostra di Vittorio Tavernari, “Gazzetta Ticinese”, 15/2/1974
  • P. BIANCONI, Tavernari, in “Eco di Locarno”, 16/2/1974
  • L. CARLUCCIO, Vittorio Tavernari, in “Panorama”, 21/2/1974
  • G. CURONICI, Personale di Vittorio Tavernari ai Musei Civici di Varese, “Corriere del Ticino”, 23/2/1974
  • M. DE MICHELI, Le sculture di Tavernari a Varese, in “L’Unità”, 11/3/1974
  • R. GUASCO, Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Torino, Galleria d’Arte “La Dantesca”, 1974
  • L. CARLUCCIO, a “La Dantesca” l’opera di Vittorio Tavernari, in “Gazzetta del Popolo”, 27/2/1974
  • F. PASSONI, Nel mondo dell’ arte, in “Avanti”, 28/2/1974
  • G. MASCHERPA, Grandi gruppi lignei per esprimere tutta la vita, in “Avvenire”, 7/3/1974
  • M. BERNARDI, Le mostre d’arte Vittorio Tavernari, in “La Stampa”, 7/3/1974
  • DRAGONE, Tavernari incisore e scultore, in “La Stampa Sera”, 18/3/1974
  • M. RADICE, Tavernari figlio d’arte, in “La Provincia”, 27/3/1974
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Contemporary Italian Sculture”, Quadriennale di Roma, Hong Kong, City Museum & Art Gallery, 1974, p. 35
  • LE CLUB FRANÇAIS DE LA MEDAILLE, Bulletin no 43-44, 1974, p. 143
  • G. PLAZY, Tavernari, l’homme et le ciel, in “Quotidien de Paris”, 3/12/1974
  • G. MARINELLI, La rustica rugosità delle sculture lignee di Vittorio Tavernari, in “La voce repubblicana”, 7/7/1974
  • U. BOSCO (prefazione di), E. CARLI (introduzione di), Catalogo della mostra “Omaggio al Petrarca”, Arezzo, Palazzo Pretorio, 1974, no, catalogo 52,53, ill. 31,32
  • “Bergolli e i suoi amici”, mostra in ricordo del pittore Aldo Bergolli, Busto Arsizio, Galleria Bambaia, ottobre 1974

1975

  • P. C. SANTINI, Vittorio Tavernari. Sculture 1946-1973, Catalogo della mostra, Rimini, Palazzo dell’Arengo e centro storico, 1975
  • F. VINCITORIO, Tavernari a Rimini, in “L’Espresso”, 20/7/1975
  • V. SCHEIWILLER, Vittorio Tavernari. Sculture 1946-1973 all’Arengo di Rimini, inIl Settimanale”, 28/8/1975
  • L. CARLUCCIO, Vittorio Tavernari, in “Panorama”, 28/8/1975
  • GRAZIA, Dalle sculture di Tavernari uno stimolo per la ricerca, in “L’Unità”, 28/8/1975
  • M. BERNARDI, Le sculture di Tavernari, in “Il Telegrafo”, 7/9/1975
  • Tavernari a Rimini, in “Resto del Carlino”, 10/9/1975
  • L. LAMBERTINI, Lettera da Rimini: Vittorio Tavernari scultore, in “Il Giornale Nuovo”, 12/11/1975
  • Vittorio Tavernari a Rimini, in “D’Ars”, no. 76-77, anno XVI, 1975, pp. 206-207
  • AA.VV. (a cura di), Catalogo della “Ia Biennale Internazionale di Scultura”, Campione d’Italia, Civica Galleria d’Arte Moderna, 1975, ill. ad vocem
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Scultori Italiani Contemporanei”, Quadriennale di Roma, Atene, Pinacoteca Nazionale, 1975, p. 99
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Scultori Italiani Contemporanei”, Quadriennale di Roma, Lugano, Villa Malpensata, 1975, ill. no. 35
  • F. BELLONZI (a cura di), Brochure della mostra “Italienische plastik der gegenwart”, Quadriennale di Roma, Berlino, Alten Museum, 1975, p. 35
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Sculpteurs italiens contemporains” , Quadriennale di Roma, Parigi, Grand Palais, 1975
  • SOCIETE DU SALON D’AUTOMNE (a cura di), Catalogo della mostra “Hommage a Michel-Ange”, Paris, Grand Palais des Champs-Elysées, 1975, p. 34
  • J. E. MULLER, Deux sculpteurs d’aujord’hui, Letzburger Land, 10/1/1975
  • G. VIGORELLI, Testimonianza  per Tavernari, in “L’Europa Letteraria e Artistica”, 1975, pp. 122-125
  • M. VENTUROLI, Tavernari il silenzioso, in “Il Giornale Nuovo”, 21/3/1975
  • MUNARI, Arte a Milano dal 1900 ai nostri giorni, in rivista “Fiera di Milano”, 1975

1976

  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Bronzetto”, Quadriennale di Roma, Helsinky, Taidehalli, Helsingifors Konsthall, 1976, no. 18 (erroneamente attribuito a M. Negri e viceversa)
  • E. TERENZANI (a cura di), Catalogo della mostra “4a Triennale Italiana della medaglia d’Arte e Mostra della medaglia barocca”, Udine, Loggia del Lionello, 1976, p. 90
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Suvremena talijanska skulptura – Italijansko sodobno kiparstvo, Quadriennale di Roma, Rijeka, Moderna Gallerija, 1976 – 1977

1977

  • H. BARR Jr., Painting and Sculpture in the Museum of Modern Art 1929-1967, 1977, p. 298
  • G. FALLANI, M. FERRAZZA (a cura di), Catalogo della mostra “San Paolo nell’arte contemporanea. Omaggio degli artisti a Paolo VI in occasione del suo LXXX compleanno”, Roma, Libreria Editrice Vaticana, 1977, pp. 32, 166
  • G. FALLANI, Gli artisti a Paolo VII in occasione del suo LXXX compleanno, mostra di pittura, scultura e grafica ordinata dalla Galleria d’arte religiosa moderna dei Musei Vaticani, p. 55
  • C. MUNARI, Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra antologica, Prato, Palazzo Pretorio, 1977
  • NATALI, Figure per la vita dell’uomo, in “Avvenire”, 23/6/1977
  • F. RICCOMINI, La coerenza di stile di Vittorio Tavernari, in “La Nazione”, 3/7/1977
  • L. LAMBERTINI, Tavernari, in “Il Giornale Nuovo”, 15/7/1977
  • L. CARLUCCIO, Vittorio Tavernari, in “Panorama”, 26/7/1977, p. 19
  • L. LAMBERTINI, Le sculture di Tavernari, in “L’Unione Sarda”, 27/7/1977
  • L. LAMBERTINI, Tavernari, in “Il Giornale di Bergamo”, 30/7/1977
  • L. LAMBERTINI, La vita dentro il legno, in “Il Gazzettino”, 12/8/1977
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Scultori Italiani Contemporanei”, Quadriennale di Roma, Valletta (Malta), Sala del Gran Consiglio, Palazzo Magistrale, 1977
  • F. BELLONZI (a cura di), Catalogo della mostra “Suvremena Talijanska Sculptura”, Quadriennale di Roma, Beograd, Moderna Galerjia, Rijeka Musej Savremene Umetnosti, 1977
  • G. MACCONI, Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Chiasso, Galleria Mosaico, 1977
  • G. CURONICI, Coerenza e fantasia di Vittorio Tavernari, in “Corriere del Ticino”, 20/12/1977
  • R. MILAN, Vittorio Tavernari alla Galleria Mosaico, in “Vita Nuova”, 23/12/1977
  • Il dolore cosmico nelle sculture di Tavernari il “gran lombardo”, in “Il Giornale di Bergamo”, dicembre 1977
  • G. TERZAGHI (a cura di), Catalogo  del “Premio Ternate ‘77“, 1977, ad vocem
  • G. MAMMARELLA, C. L. RAGGHIANTI (a cura di), Cinquanta incisioni originali di maestri italiani per l’Università Internazionale dell’Arte, Firenze, Edizioni del Bisonte, no. 40
  • S. ZANELLA, La Civica Galleria d’Arte Moderna di Gallarate, in S. Colombo (a cura di), “Varese: vicende e protagonisti, Vol. 3”, Edizioni Edison, Bologna, 1977, pag. 326

1978

  • AA.VV. (a cura di), Catalogo della mostra “2a Rassegna Nazionale del Sacro nell’arte contemporanea”, Palermo, Palazzo Arcivescovile, 1978, p. 100, ill. p. 101
  • COMUNE DI COMO (a cura di), Catalogo della mostra “1a Rassegna biennale di scultura contemporanea”, Como, Piazza Cavour, 1978
  • COMUNE DI GIUSSANO (a cura di), Catalogo della mostra “Campo aperto – Antologia di scultura 1978”, Giussano (MI), Palazzo Municipale, 1978
  • Dolore e riscatto dell’uomo nelle sculture di Tavernari, in “Gazzetta Ticinese”, 11/1/1978
  • M. V. C., Una casa trasparente nella brughiera lombarda, in “Casa Vogue”, gennaio 1978, pp. 82-89

1979

  • L. LAMBERTINI, I cieli, i calvari, le ombre di Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Bologna, Centro Saporiti Italia, 1979
  • L. LAMBERTINI, Il calvario secondo Tavernari, in “Il Giornale”, 30/3/1979
  • M. BONINI, I cieli, i calvari, le ombre di Vittorio Tavernari, in “La Ribalta, 14/4/1979
  • “Deposizione dalla croce” di Tavernari, in “Avvenire”, 14/4/1979
  • G. CAVAZZINI, I cieli e i calvari di V. Tavernari, in “Gazzetta di Parma”, 20/4/1979
  • L. LAMBERTINI, Luce e dramma nel legno, in “Il Gazzettino”, 1/5/1979
  • I cieli, i calvari, le ombre di Vittorio Tavernari, in “Casa Vogue”, luglio-agosto 1979
  • G. MARCHIORI (a cura di), Catalogo della mostra “12a  Biennale Internazionale del Bronzetto e della piccola scultura”, Padova, Palazzo della Ragione,1979, ad vocem
  • P. C. SANTINI, Catalogo della mostra “Orto Botanico Nuovo Modo”, Lucca, 1979, ad vocem
  • DRAGONE, Tavernari: la vita che rinasce, in “La Stampa”, 25/5/1979
  • L. LAMBERTINI, «Sindone» di legno per la chiesa di Aalto, in “Il Giornale di Brescia”, 6/5/1979
  • Omaggio dell’arte italiana al dolore innocente, Fondazione Don Gnocchi, Milano, Palazzo reale, 1979 (dono della cartella di acqueforti “Maternità”)
  • AA. VV., Arte moderna italiana dal Liberty al Comportamentismo, Fratelli Conte Editori, pp. 40, 59, 62, 329, ill. 107

1980

  • S. COLOMBO, Vittorio Tavernari. Sculture 1961 – 1979, Catalogo della mostra, Varese, Musei Civici – Castello di Masnago, 1980
  • F. SBROLLI, L’opera di Vittorio Tavernari, in “La Prealpina”, 15/12/1980
  • COMUNE DI ARESE (a cura di), Catalogo della mostra “Biennale di Scultura di Arese. 4° edizione”, Monza, Villa Reale, 1980, 2. ill. (Amanti e Maternità)
  • S. MINAMIKAWA, Ces Maître dans leur atelier, Tokio, Asahi Sonorama, 1980, pp. 74-75

1981

  • C. L. RAGGHIANTI, P. C. SANTINI, Vittorio Tavernari. Scultura e grafica, Catalogo della mostra, Lucca, Complesso monumentale di S. Micheletto, 1981
  • G. ANZANI, L. CARAMEL, Scultura moderna in Lombardia 1900 – 1950, A. Pizzi Editore, Milano, 1981, pp. 266, 269, 270, 272
  • G. CARRARA (introduzione di), Catalogo della mostra “Rassegna d’Arte contemporanea. Omaggio a Papa Giovanni XXIII”, Bergamo, Palazzo della Ragione, 1981, pp. 14, 51
  • M. DE MICHELI, La scultura del Novecento, Utet Editore, Torino, 1981, pp. 177-178
  • M. DE MICHELI (a cura di), Catalogo della mostra “Scultura, Marmo, Lavoro – Triennale Internazionale”, Carrara – Massa – Pietrasanta, 1981, Vangelista Editore, Milano. pp. 115-117
  • B. FREDDI, L. MAGAGNATO, P. C. SANTINI, A. VECA, Il materiale delle arti. Processi tecnici e formativi dell’immagine, Punto e Linea Ed., 1981, pp. 152-153
  • AA.VV. (a cura di), Catalogo della mostra “Museo Varese. Contributo della Provincia di Varese all’arte italiana”, Varese, Musei Civici – Villa Mirabello, 1981
  • BOLAFFI EDITORE, Catalogo della Scultura Italiana, n. 5, G. Mondadori e Associati, Torino, 1981, p. 182
  • F. VINCITORIO, Vittorio Tavernari, in “L’Espresso”, 18/10/1981

1982

  • AA.VV. (a cura di), Catalogo della mostra “2a Annuale di Salsomaggiore” (per Tavernari testo di E. Carli), Salsomaggiore, Accademia Italia, 1982, pp. 26, 29
  • G. DI GENOVA, Generazione anni dieci, Ed. Bora, Bologna, 1982, pp. 80-83, 119, 243, 256-258, 331, 380, 387-389, 392
  • P. C. SANTINI, Catalogo della mostra “Scultura Italiana del nostro tempo”, Lucca, Complesso Monumentale di San Micheletto, 1982, ad vocem
  • P. C. SANTINI, Mostra di Vittorio Tavernari, in “Luk”, anno I, n.1, Lucca, 1982
  • G. TRAVERSI (a cura di), Catalogo della mostra “Arte Rassegna 82 – Scultura”, Sovico, Palazzo Municipale, 1982
  • G. CURONICI, Il senso plastico di Tavernari, in “Corriere del Ticino”, 23/2/1982
  • G. C. OSSOLA, Vittorio Tavernari a l’Immagine di Mendrisio, trasmissione radiofonica della Radio della Svizzera Italiana, 1982
  • R. MILAN, Vittorio Tavernari a “L’Immagine”, in “Vita Nuova”, 12/2/1982

1983

  • R. BARILLI, F. SOLMI (a cura di), Catalogo della mostra “L’informale in Italia” dedicata a F. Arcangeli, Bologna, Galleria d’Arte Moderna, Mazzotta Editore, 1983, pp. 48, 49, 200
  • E. LAVAGNO, Dialogo con l’immagine, Casa Editrice Petrini, 1983, p.. 52
  • S. BERNIK, S. ČOPIČ, Forma Viva 1961-1981, 1983
  • M. L. GUAITA VALLECCHI (a cura di), Il Bisonte -Litografie e incisioni originali, Catalogo, 1983, ill.  643, 644, 646, 647, 648, 651

1984

  • G. DI GENOVA (a cura di), Catalogo della mostra “Idiomi della Scultura Contemporanea”, Sommacampagna (Verona), Cà Zenobia e Villa Fiocco, 1984
  • E. CRISPOLTI, Scultura disegnata – il disegno degli scultori in Italia, Roma, EUR, 1984
  • Vittorio Tavernari: sculture e disegni, in “La Prealpina”, 17/5/1984
  • Al Poggio ritorno di Tavernari, in “La Prealpina”, 28/5/1984
  • F. BUZIO NEGRI F., Tavernari e la sacralità dell’esistere, in “La Prealpina”, 7/6/1984

1985

  • FONDAZIONE CARDINALE GIACOMO LERCARO (a cura di), Catalogo delle opere della Galleria d’Arte Moderna, Ponticella di S. Lazzaro (Bologna), Villa S. Giacomo, 1985, p. 44
  • M. DE MICHELI, A. PIZZIGONI, E. CASSA SALVI, M. ROSCI (a cura di), Catalogo della mostra “Monumenti alla Resistenza in Europa”, Brescia, Salone della Cavallerizza, 1986, pp. 14, 48, 89
  • B. BOSCHI, Strumenti di lavoro e stile di otto scultori contemporanei (Bodini, Castagna,  Cavaliere, Fabbri, Manfrini, Pomodoro A., Somaini, Tavernari), Tesi di Laurea Scultura, Accademia di Belle Arti di Carrara, A. A. 1985-1986

1986

  • M. DE MICHELI, A. PIZZIGONI (a cura di), Catalogo della mostra “Asti Scultura, Prima Biennale 1986”, Vangelista Editore, Milano, 1986, pp. 48, 89
  • V. SCHEIWILLER, Cinquant’anni di cultura a Milano, 1936-1986, Ed. Credito Lombardo e Libri Scheiwiller, Milano, 1986, pp. 57, 105, 108, 157, ill. 108
  • Verso l’Arte“, no. 37-38, anno IV, ill. in copertina, in terza e quarta di copertina, 1986
  • Tavernari Vittorio, in “La Nuova Enciclopedia dell’ Arte Garzanti”, Garzanti Editore, Milano, 1986, ad vocem
  • L. GALLINA (a cura di), Catalogo della mostra “Pensare il Romanico”, Gavirate (VA), Chiostro di Voltorre, 1986

1987

  • C. KNIGHT, G. PANZA, R. KOSHALEK, Arte anni sessanta e settanta. Collezione Panza, Editoriale Jaka Book, Milano, 1987, p. 156
  • G. CASIRAGHI (a cura di), Vittorio Tavernari, Presentazione della mostra, Busto Arsizio, Galleria “Il punto sette”, 1987
  • P. C. SANTINI (a cura di), Catalogo della mostra “Ipotesi per un museo, sculture nel parco”, Marina di Pietrasanta, La Versiliana, Il Bulino Edizioni d’arte, Modena, 1987, pp. 56-57
  • L. DE PRA CAVALIERI, Incontri con la scultura: Vittorio Tavernari, in “Libera Stampa”, 18/4/1987
  • V. MENONI, Vittorio Tavernari uno scultore di valore universale, in “Il pungolo biancorosso”, giugno 1987, p. 8
  • G. MAGINI, Tavernari a Busto cometa sempre viva nel cielo dell’ arte, in “La Prealpina”, 29/10/1987
  • F. BUZIO NEGRI, Morto lo scultore Vittorio Tavernari, in “La Prealpina”, 30/10/1987
  • R. BOSSAGLIA, Fu uno dei fondatori del gruppo “Numero”, in “Corriere della Sera”, 22/11/1987

1988

  • LEGG, M. B. SMALLEY, Painting and sculpture in The Museum of Modern Art, Catalog of the Collection with selected works on paper to January 1988, New York, The Museum of Modern Art, 1988, p. 119
  • P. C. SANTINI, Vittorio Tavernari, in “Critica d’Arte”, Anno LIII, no. 16, 1988, pp. 67-71
  • L. GALLINA, Ricordare Vittorio Tavernari, in “Calandari do ra Famiglia Bosina par or 1989”, edito a cura della Famiglia Bosina, Varese, 1988, pp. 130-134
  • G. TERZAGHI (a cura di), Ternate Scultura 1988 – Sculture in cemento, ad vocem

1989

  • P. C. SANTINI (a cura di), Scolpire tra Carrara e Pietrasanta, Catalogo della mostra, Marina di Carrara, Località Paradiso, 1989, pp. 62-63
  • E. BELLINELLI (a cura di), Catalogo della mostra “Arte di frontiera. Vent’anni della Galleria Tonino 1967-1987”, Ed. del Convento Vecchio, Astano, 1989, pp. 16, 21, 55, 59, 63, 78
  • P. C. SANTINI (a cura di), Catalogo della mostra “Aspetti della scultura contemporanea 1900-1989”, Bologna, Galleria Forni, 1989, pp. 132-133
  • M. LODI, L. NEGRI, C’erano una volta Novantuno Protagonisti della Storia di Varese, Ask Edizioni, Varese, dicembre 1989, pp. 210-212

1990

  • L. CARAMEL, M. DE MICHELI (a cura di), Catalogo della mostra “Scultura a Milano 1945-1990”, Milano, Museo della Permanente, 1990, pp. 17, 90-93, 164
  • E. CARLI, La scultura italiana da Wiligelmo al Novecento. Martello Editore, Milano, 1990, pp. 562, 564-565
  • MACCHIONE P., Varese va alla riscoperta dei legami con Tavernari, in “La Prealpina”, 11/1/1990
  • L’eredità di Tavernari, in “La Nazione”, 23/11/1990
  • F. BUZIO NEGRI, Tavernari dalla quiete di Barasso alla serie dei cieli, in “La Prealpina”, 2/12/1990
  • R. BELLINI, L. TEDESCHI (a cura di), Vittorio Tavernari. Grafica e scultura. Catalogo della mostra, Firenze; Galleria Il Bisonte, 1990, poi Lugano, Biblioteca Salita dei Frati, 1991

1991

  • C. PIROVANO, Scultura italiana del Novecento. Banco Ambrosiano Veneto, Electa Editore, Milano, 1991, pp. 223, 228
  • L. TEDESCHI, L’opera calcografica e litografica di Vittorio Tavernari, in “Quaderni”, dell’Associazione Amici dell’ Atelier di Colla, Lugano, n. 14, 1991, pp. 9-13
  • D. A., Scultura e grafica di Tavernari, un grande dell’arte del secolo, in “Giornale del popolo”, 25/1/1991
  • M. SNIDER, Tra scultura e grafica d’arte, in “Politica nuova”, Bellinzona, anno XXVII, 15 febbraio 1991, n. 7, p. 15
  • M. BARZAGHINI, Primo omaggio postumo a Tavernari, in “Corriere del Ticino”, 21/2/1991
  • D. A., Riflessione sull’opera di Vittorio Tavernari, in “La voce di Castagnola”, febbraio 1991
  • M. SNIDER, Il messaggio di Tavernari, in “Cooperazione”, 28/2/1991, p. 36
  • D. A., Il rigore di Tavernari, in “Giornale del popolo”, 2/3/1991
  • F. BUZIO NEGRI, Prima Broggini e poi Tavernari, in “La Prealpina”, 20/3/1991
  • G. VOLONTERIO, Scultura e grafica di Tavernari, in “Azione”, 21/2/1991

1992

  • L. PIATTI, Arte in guerra, Nicolini Editore, Gavirate, 1992, pp. 8, 23, 25, 41
  • Tavernari Vittorio, in “Compact – Enciclopedia dell’Arte”, DeAgostini, Novara, 1992, p. 1024

1993

  • F. BUZIO NEGRI, R. BELLINI, L. PIATTI (a cura di), Catalogo della mostra “Nel segno di Tavernari – La sacralità del vivere”, Castiglione Olona, Palazzo Branda Castiglioni, 1993
  • F. BUZIO NEGRI, A Castiglione Olona nel segno di Tavernari, in “La Prealpina”, 28/9/1993
  • E. CERIANI, Quei cieli “insondabili”,  in “Lombardia oggi”, 3/10/1993, p. 14
  • D. G., “Nel segno di Tavernari”, in mostra a Palazzo Branda di Castiglione, in “La Prealpina”, 3/10/1993
  • L. SCHIROLI, La centralità dell’eterno, in “Luce”, 3 ottobre 1993

1994

  • L. CARAMEL (a cura di), Arte in Italia 1945-1960, Vita e Pensiero Ed., Milano, 1994, pp. 15, 49, 282, 286, 446
  • FONDAZIONE RAGGHIANTI (a cura di), Le donazioni alla Fondazione Ragghianti, 1994, pp. 158-159
  • F. GUALDONI (a cura di), Catalogo della mostra “Scultura a Varese dal Verismo ad oggi”, Castello di Masnago, Varese, 1994, Ed. Lativa, Varese, pp. 9-10, 54-57
  • F. RONCORONI (a cura di), Piero Chiara. I miei amici artisti, Nicolini Editore, Gavirate, 1994, pag. 127
  • D. TRENTO (a cura di), “Francesco Arcangeli. Arte e vita. Pagine di galleria” 1941-1973, Massimiliano Boni Ed., Bologna, 1994, pp. 40, 233-241
  • L. PIATTI, Pennelli in orbace e no, Gavirate, Nicolini Editore, 1994, pp. 19, 69, 71, 107
  • Vittorio Tavernari Sculture – Rimini 1975, in “Parametro”, Rivista Internazionale di Architettura e Urbanistica, Faenza, marzo – aprile, 1994
  • C. TAVERNARI, L. PIATTI, Lettere a Vittorio Tavernari, Nicolini Editore, Gavirate, 1994

1995

  • F. BUZIO NEGRI, La lezione di Tavernari, in “La Prealpina “, pag. 27, 18/2/1995
  • Raccolta epistolare. Lettere a Vittorio Tavernari, in “Art Leader”, R. Massacesi Editore, marzo – aprile, 1995, pag. 30
  • BUSON, Lettere a Tavernari, in “Terzoocchio”, settembre, 1995, p. 43
  • A Vittorio Tavernari con amicizia.., in “Arte”, Giorgio Mondadori Editore, giugno 1995, pag. 108

1996

  • C. TAVERNARI, L. RUFFINELLI L. (a cura di), Vittorio Tavernari, dalle Maternità alle Pietà. Catalogo della mostra, Busto Arsizio, Palazzo Cicogna e Palazzo Bandera, 1996
  • L. PAOLUCCI, Alla scoperta del cavaliere catafratto, in “L’Unità “, 2/2/1996
  • B. ARCANGELI, L. CESARI, C. SPADONI, D. TRENTO (a cura di), Gli Arcangeli, Catalogo della Mostra, Castello Malatestiano di Longiano (FO), 1996
  • P. CARNEVALE, Sculture e bozzetti: due mostre omaggio a Vittorio Tavernari, in “Il Giorno”, 2/11/1996
  • E. CERIANI, Tavernari o “della materia”, in “Lombardia Oggi”, 3/11/1996
  • E. CERIANI, Maternità e pietà, un unico padre, in “La Prealpina “, 15/11/1996
  • C. BELLORA, Tra pietà e maternità nell’opera di Tavernari, in “La Cronaca”, 22/11/1996

1997

  • M. CORGNATI, Catalogo della mostra “Arte a Milano 1946-1959. Reale Concreto Astratto. Dal postcubismo all’ultimo naturalismo”, Sondrio, Palazzo Sertoli e Palazzo Pretorio, 1997
  • F. GUALDONI (a cura di), Catalogo della mostra “Milano 1950-59. Il rinnovamento della pittura in Italia”, Ferrara, Palazzo dei Diamanti, 1997, pp.120,121,129,130
  • F. GUALDONI, R. PRINA, P. CAMPIGLIO, A. BERNARDINI (a cura di), Vittorio Tavernari – Antologica. Catalogo della mostra, Varese, Castello di Masnago (scultura) e Sala Veratti (grafica), Electa Editore, 1997
  • C. F. TEODORO (a cura di), Catalogo della mostra “Dentro e oltre l’ultimo naturalismo”, Gualtieri, Palazzo Bentivoglio, 1997
  • Tornano attuali le sculture e i disegni di Tavernari, in “Il Giorno”, 31/10/1997
  • R. FERRARIO, Il Totem di Tavernari, obelisco della città, in “La Provincia” di Como, 3/11/1997
  • F. GUALDONI, Vittorio Tavernari, scultore, in “Tracce”, Ed. Lativa, Anno XVII, no. 14, 1997, pp. 1-2
  • C. TAVERNARI, Tavernari o la scultura come sintesi della creazione, in “Tracce”, Ed. Lativa, Anno XVII, no. 14, 1997, pp. 7-10
  • A Varese “Totem” nel centro storico, in “Corriere della Sera”, 22/11/1997
  • E. MOTTERLE, Un “totem” per il centro, in “Il Giorno”, 23/11/1997
  • P. CAMPIGLIO, Due inediti giovanili di Vittorio Tavernari, in “Quaderni di Scultura Contemporanea”, Anno XVII, no. 6-7, 1997, pp. 170-184

1998

  • R. BOSSAGLIA, Varese: al castello di Masnago sculture di Vittorio Tavernari. Quando Milano faceva scuola. Dalla rivista “Numero” al movimento di “Oltre Guernica”, in “Corriere della Sera”, 12/1/1998, p. 23
  • Vittorio Tavernari, Castello di Masnago e sala Veratti, in “La Repubblica”, 12/1/1998
  • G. BORTOLUZZI G., Tavernari, la scultura come mestiere. Modernità e tradizione nel lungo viaggio di un maestro del ‘900, in “La Prealpina”, 23/1/1998
  • S. ZANELLA (a cura di), Catalogo della mostra “Arte sacra”, Busto Arsizio, Palazzo Cicogna, 1998, pp. 60-61

1999

  • R. BOSSAGLIA (a cura di), Catalogo della mostra “Dialogo fra generazioni. Mezzo secolo di scultura italiana”, Pavia, Giardini Malaspina, 1999, ad vocem
  • G. DI GENOVA (a cura di), Museo d’arte delle generazioni italiane del ‘900 “G. Bargellini”. Collezioni permanenti. Vol. 1, in “Terzoocchio”, Bologna, 1999

2000

  • F. BUZIO NEGRI, M. ZATTINI (a cura di), Vittorio Tavernari – Nel segno del tempo, Catalogo della mostra, Cesena, Galleria Comunale d’Arte e centro storico, Ed. Il Vicolo, Cesena, 2000
  • E. MOSSINELLI, Tavernari. Torsi e maternità a Cesena, in “Arte”, Giorgio Mondadori Editore, luglio 2000, pag. 62
  • E. CERIANI, Tavernari. L’eterno grido dell’umanità. Cesena rende omaggio all’arte del grande scultore varesino, in “La Prealpina”, 6/8/2000
  • Arte a Cesena. Vittorio Tavernari, in “La Repubblica”, 7/7/2000, p. 15
  • T. CARPENTIERI (a cura di), Catalogo della mostra “Seconda Triennale d’Arte Sacra Contemporanea”, Lecce, Seminario Arcivescovile, 2000
  • G. APPELLA (a cura di), Catalogo della mostra “Vanni Scheiwiller e la scultura”, Matera, 2000, Edizioni della Cometa, Roma
  • M. ZANCHI, Vittorio Tavernari e il suo percorso, in “Arteletta – Bimestrale d’arte e cultura”, luglio-agosto 2000
  • E. CERIANI (a cura di), Catalogo della mostra “Dalla forma al colore – La spiritualità nell’arte”, Porto Valtravaglia (VA), Salone culturale “P. Colombo”, 2000
  • F. GUALDONI, C. BECCARIA (a cura di), Catalogo della mostra “Scultura italiana del dopoguerra, un percorso”, Vigevano, Castello Visconteo, 2000
  • F. GUALDONI, S. MASCHERONI (a cura di), Catalogo della mostra “Miracoli a Milano 1955/1965. Artisti Gallerie Tendenze”, Milano, Museo della Permanente, 2000
  • E. DALL’ARA, Tavernari, fra dolore e speranza, in “Corriere di Cesena”, 4/7/2000
  • L. GENTILI (a cura di), Catalogo della “Galleria Civica d’Arte Moderna”, Spoleto, 2000
  • F. BUZIO NEGRI, Il maestro della “Maternità”, in “La Prealpina”, 3/10/2000
  • M.E.C., Villa Recalcati, parco più bello con la statua di Tavernari, in “Il Giorno”, 4/10/2000, p. 3
  • M. MANZONI, Il messaggio spirituale di Vittorio Tavernari, in “Terzocchio”, Anno XXVI, no. 3, 2000

2001

  • L. CARAMEL (a cura di), Catalogo della mostra “Realismi. Arti figurative, letteratura e cinema in Italia dal 1943 al 1953”, Rimini, Palazzo dell’Arengo, 2001, p.26, 224, ill. pp. 127 e 165
  • L. CAVADINI (a cura di), Catalogo della mostra “Arte in Italia nel secondo dopoguerra tra concretismo e nuova astrazione”, Maccagno, Civico Museo Parisi Valle, 2001, p. 36
  • F. LUCCHINI, Barasso, omaggio a Tavernari. Una scultura davanti al palazzo, in “La Prealpina”, 28/9/2001
  • M. PIPPIONE, Barasso e la sua gente. Tre secoli di storia di un territorio (1700-2000), Gavirate, Nicolini Editore, 2001

2002

  • F. GUALDONI (a cura di), Disegni della manifattura JSA di Busto Arsizio, Catalogo della mostra, Museo del Tessile, Busto Arsizio, 2002, p. 43
  • E. PONTIGGIA (presentazione di), Catalogo della mostra “Il sì dei protagonisti dagli anni ‘60 ad oggi”, Pieve di Cento, Museo d’Arte delle Generazioni italiane del ‘900 G. Bargellini, Milano, 2002
  • R. MANZONI, Tavernari visto con gli occhi dei bimbi. Il “totem” della materna Don Milani, in “La Prealpina”, 8/5/2002
  • L. CARAMEL (a cura di), Catalogo della mostra “Arturo Martini e il rinnovamento della scultura nel II° Novecento”, Acqui Terme, Mazzotta Editore, 2002, p. 110, ill. p. 111

2003

  • C. RIZZI, Vittorio Tavernari – un omaggio, Catalogo della mostra, Museo Civico “F. Bodini”, Gemonio, 2003
  • B. FASOLA (a cura di), Vittorio Tavernari. Il segno, la carta. Catalogo della mostra, Arcumeggia (VA), Salone Palazzo ex Scuole, 2003
  • D. FERRARI (a cura di), Catalogo della mostra Mutazioni – Sogni e segni del XX secolo da De Chirico a De Maria“, Gavirate, Chiostro di Voltorre, 2003, ill. p.70
  • F. GUALDONI (a cura di), Catalogo della mostra “Un secolo d’arte a Varese, Museo Civico “F. Bodini”, Gemonio, Nicolini Editore, 2003, p. 168-172, 202, ill. pp.19, 51, 
  • C. GUARDA (a cura di), Opere d’Arte della Collezione BancaStato. Edizioni della Banca dello Stato del Cantone Ticino, Bellinzona, 2003, pp. 90-91, ill. 206
  • L. PIATTI, Dopo l’apocalisse, Cronache d’arte in Varese e Provincia 1945- 1960, Edizioni Lativa, Varese, 2003, ill. pp. 13, 18, 51, 200

2004

  • FONDAZIONE LERCARO (a cura di), Catalogo della mostra “Le nuove acquisizioni della Fondazione Lercaro 2003-2004“, Bologna, Galleria d’Arte Moderna “Raccolta Lercaro”, 2004
  • L. ZANZI, R. BOSSAGLIA, R. DE GRADA (a cura di), Tavernari per i Walser, Catalogo della mostra, Museo Walser di Staffa – Macugnaga, 2004
  • BANCA INTESA, Declinazioni della scultura informale – Sandro Cherchi, Floriano Bodini, Luigi Broggini, Vittorio Tavernari, Vicenza, 2004
  • C. SALARIS, La Quadriennale di Roma, Storia della rassegna d’arte italiana dagli anni Trenta a oggi. Marsilio, 2004 (ristampa 2008), p. 273

2005

  • M. PASQUALI, Guida ragionata alla Raccolta Lercaro, Fondazione Lercaro, Bologna, 2005, ad vocem
  • W. MOSER, Opere d’Arte della Collezione Banca dello Stato del Canton Ticino, e-Art magazine, 2005

2006

  • G. PANZA DI BIUMO, Ricordi di un collezionista, Jaka Book, 2006, pp.40-42
  • P. VIOTTO (a cura di), Catalogo della mostra “Il volto di Cristo nell’arte contemporanea”, Varese, Sala Veratti, 2006, p. 100, ill. 74
  • G. F. FERRARIO, Luoghi della memoria. Storia di famiglie e personaggi varesini, Macchione Editore, Varese, 2006, pp.102-103,156, 173, 216, 233

2007

  • G. CARANDENTE (a cura di), Vittorio Tavernari, in Catalogo della Galleria Civica d’Arte Moderna di Spoleto, Electa, 2007, pag. 227
  • M. CHIODETTI, Tavernari, l’artista che voleva scoprire l’uomo, in “La Provincia”, 19/2/2007, p. 39
  • L. PIATTI, Le carte di Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Villa S. Martino, Barasso, 2007
  • M. CHIODETTI, A Villa San Martino riemergono le carte nascoste di Tavernari, in “La Provincia” di Varese, 6/3/2007, p. 39
  • R. PRINA, Lo scultore e le sue carte segrete, www.artevarese.com, 4/4/2007
  • F. BUZIO NEGRI, Vittorio Tavernari. Il fascino delle carte di un grande scultore, in “Varese mese”, marzo 2007, frontespizio, p. 63
  • V. SGARBI (a cura di), Vittorio Tavernari, Catalogo della mostra, Galleria Ghiggini, Varese, Ed. Amici di P. Chiara, “Taccuino d’arte”, n. 4, 2007
  • La scultura come vita, Sgarbi ne è l’officiante, in www.artevarese.com, 28/8/2007
  • S. SOLDINI, C. GATTI, Catalogo della mostra “Attraverso il tempo. Da Corot a oltre Morlotti”, Opere dal fondo Macconi, Mendrisio, Museo d’arte, 2007, p. 174, ill. 85, 86, 87, 88, 89
  • M. CHIODETTI, Tesori in mostra dal Fondo Macconi: l’arte del ‘900 abita qui, in “La Provincia” di Varese, 21/9/2007, p. 36
  • R. PRINA, Quel Tavernari così intelligente, così concreto, www.artevarese.com, 6/9/2007
  • GIACOMETTI, Tavernari, un artista da riscoprire, in “Luce”, 9/9/2007, p. 16
  • L. SPAGNESI, Vittorio Tavernari a Villa Recalcati, in “La Provincia di Varese”, 12/9/2007
  • M. CHIODETTI, Sgarbi: Tavernari merita una piazza, in “La Provincia” di Varese, 13/9/2007, p. 32
  • E. CERIANI, Vittorio Tavernari. La scultura come vita, in “Lombardia oggi”, 16/9/2007, frontespizio, p. 38
  • M. CHIODETTI, Tavernari, uno scultore che faceva vibrare la materia, in “La Provincia” di Varese, 26/9/2007, p. 34
  • G. STRAZZI, E. CERIANI (a cura di), Catalogo della mostra “Corpo di donna”, Sangalleria di Arcumeggia (VA), 2007

2008

  • AA.VV. (a cura di), Guida al museo,  MUSMA – Museo della  scultura  contemporanea, Matera, 2008,  pp. 30-31
  • C. COLLINA (a cura di), I luoghi d’arte contemporanea in Emilia – Romagna, Arti del Novecento e dopo, ER Musei e territorio, Istituto per i Beni Artistici, culturali e naturali della Regione Emilia  Romagna, 2008, pp. 18, 190, 237, 309, 313
  • V. FERRE’, E. CERASANI (a cura di), Le Civiche Raccolte d’Arte della Città di Busto Arsizio, Freeman Editrice, 2008, p. 104
  • R. PRIMA, Il Tavernari coraggioso degli anni Quaranta, in www.artevarese.com, 8/4/2008
  • R. PRINA, Tavernari, il suo San Paolo illumina un filosofo francese, www.artevarese.com, 26/4/2008
  • F. VOUGA, Io Paolo – Le mie confessioni, Edizioni Paoline. In copertina, Sulla via di Damasco di V. Tavernari, Collezione d’Arte Religiosa Moderna, Musei Vaticani, 2008
  • R. PRINA, L’ALER restaura l’ex Genio Civile: l’opera di Tavernari rimane al suo posto, www.artevarese.com, 5/11/2008

2009

  • AA.VV. (a cura di), Presentazione della mostra “Nel nome degli Arcangeli”, Bagno di Romagna, Palazzo del Capitano, 2009
  • L. ORLANDI, Vittorio Tavernari, maestro da riscoprire, in www.artevarese.com, 23/7/2009
  • LIBRERIA ANTIQUARIA DENTIS (a cura di), Liberilibri. Carte e libri d’artista, Torino, 2009
  • AMICI DEL SACRO MONTE (a cura di), in copertina “L’incontro tra Papa Wojtila, S. Carlo e Cardinale Montini”, bronzo (1984) di V. Tavernari, in “Il Nostro Sacro Monte”, 48 – b/2009

2010

  • AA. VV. (a cura di), Catalogo MA*GA – Museo Arte Gallarate, Electa Mondadori, 2010, pp. 90-91
  • S. SOLDINI (a cura di), Museo d’arte Mendrisio – La collezione, Mendrisio (Svizzera), Museo d’arte, 2010
  • G. NOSEDA, Curare con Arte. La raccolta all’OBV di Mendrisio, Lugano, 2010, p. 60

2011

  • REGIONE LOMBARDIA – CULTURA (a cura di), Centri e luoghi dell’Arte contemporanea in Lombardia, DVD, 2011
  • GINESI (a cura di),  Catalogo della mostra “Il sacro e l’arte oggi, Raccolta Fiocchi per il Museo Stauròs d’Arte Sacra Contemporanea”, San Gabriele Isola del Gran Sasso (Teramo), 2011, p.104, ill. p.74
  • E. BASSANI, Vittorio Tavernari uomo e artista, in “Critica d’Arte”, Anno LXXIII, n. 45-46, gennaio-giugno 2011, pp. 123-128
  • DALL’ASTA, F. LOLLINI, E. PALMIERI, E. PONTIGGIA, F. TEDESCHI (a cura di), Catalogo della mostra “Alla luce della croce. Arte antica e contemporanea a confronto”, Bologna, Galleria d’Arte Moderna “Raccolta Lercaro”, 2011, p.139, ill. tav. 27
  • GATTI, Emergenze nell’arte, dal primo novecento al secondo dopoguerra. in AA.VV.: Storia dell’arte a Varese, Capitolo XXXIX, Università dell’Insubria, Varese, 2011, pp. 502 e 510, ill. pp.494, 504, 505
  • F. GUALDONI (a cura di), Vittorio Tavernari. Catalogo della mostra, Villa Recalcati, Provincia di Varese Editore, 2011
  • M. CHIODETTI, Tavernari, la materia che si fa luce e azione, in “La Provincia” di Varese, 9/6/2011, p. 54
  • SPADONI (a cura di), Catalogo della mostra “L’Italia s’è desta. Arte italiana nel secondo dopoguerra da De Chirico a Guttuso, da Fontana a Burri”, Allemandi & C. Editore, MAR Museo d’Arte Ravenna, 2011
  • L. NEGRI, Tavernari, la scultura come vita, in “Varese Focus”, giugno 2011, pp. 64-65
  • GATTI, Tavernari maestro di forme vibranti, in “La Repubblica, Milano, 18/6/2011
  • ARTE A TREZZO – ASSOCIAZIONE CULTURALE ADA E MARIO DE MICHELI (a cura di), Le parole e le cose – Alla scoperta dell’archivio e delle opere della collezione di Ada e Mario De Micheli, 2011

2012

  • G. BARBERO, A. VILLATA (a cura di), Catalogo della mostra “Mise en Laine – Arazzi contemporanei: la collezione Barbero – Villata”, Casale Monferrato, 2012, pp.80-81
  • Dupuis e Tavernari, unico Cielo, in “La Provincia” di Varese, 27/5/2012
  • MORLACCHI, Una cinciallegra e il nido d’arte. La culla è il Totem di Tavernari, in “La Provincia” di Varese, 7/5/2012
  • M. MININI (a cura di), Vittorio Tavernari, Catalogo ARTISSIMA 2012, “Back to the future”, Torino, Fiera Internazionale d’Arte, pp.244-245, ill. pp. 246-247
  • M. CHIODETTI, Quei segni incisi in arte e vita. Il fascino di Tavernari, in “La Provincia” di Varese, 4/11/20012, p. 33
  • E. LA ROSA, Ad ARTISSIMA una mostra omaggio a Vittorio Tavernari, in www.varesenews,it, 3/11/2012
  • M. VALLORA, Le finzioni di  Kusmirowski e il recupero di Tavernari, in “La Stampa”, 12/11/2012, p. 27
  • S. A. BARILLA’, Il mercato dell’arte in Italia: “Back to the Future”, in www.liveauctioners.com, 13/11/2012
  • E. PEZZETTA, Episodi della scultura italiana, 1948-1958. Marino Marini, Alberto Viani, Luciano Minguzzi, Università degli Studi di Udine, Dipartimento di storia e tutela dei beni culturali, Tesi di Dottorato, 2012, ill. pp. 113, 114, 122, 123, 124

2013

  • E. LUCCHESI RAGNI (a cura di), Catalogo della mostra “Novecento mai visto. Opere dalle collezioni bresciane da De Chirico a Cattelan e oltre”, Brescia, Santa Giulia Museo della Città, 2013, pp.108, 139-140, ill. p. 117
  • Da De Chirico a Cattelan, il Novecento mai visto è a Brescia, in www.medeaonline.net, 5/03/2013
  • F. DE LEONARDIS, Irrompe a Santa Giulia la provocazione del Novecento, in www.bresciaoggi.it/stories, 8/3/2013
  • C. CERRITELLI (a cura di), Catalogo della mostra “Pensare lo Spazio: dialogo tra Natura e Immaginazione”, Biennale Internazionale di Scultura di Racconigi, Real Castello di Racconigi, 2013, pp.188-189, ill. pp. 160 e 161
  • MANO, Le sculture di cinquanta artisti nel parco del castello di Racconigi, in www.lastampa.it , edizioni Cuneo, 16/6/2013
  • Biennale Internazionale di Scultura, in www.piemonte.beniculturali.it, 9/7/2013
  • GATTI (a cura di), Il disegno degli scultori, Trezzo sull’Adda, Centrale Taccani, 2013
  • M. MININI, Catalogo della mostra “Quarantanni, 1973-2013”, Palazzo della Triennale, Milano, a + mbookstore edizioni, 2013, pp. 379-384
  • J. H. MORGADO FIGUEIREDO SILVA, La evolución de la escultura figurativa en madera (en torno a la figura humana y en sus técnicas). Universidad Complutense de Madrid, Facultad de Bellas Artes, Departamento de Escultura, Tesi Doctoral, Madrid, 2013, ill. pp. 9, 57, 190
  • E. ZANELLA, G. FORMENTI (a cura di), “E subito riprende il viaggio Opere dalla collezioni del MAGA dopo l’incendio”, Milano, Palazzo della Triennale, 2013 e Palazzo Reale, Monza, 2014
  • F. BACCANELLI F., Quei Cieli che “parlano” con la nostra terra, in www.sussidiario.net, sez. ARTE, 27/6/2013
  • ESPOSITO, Il dibattito critico sulla scultura contemporanea in Italia (1960 – 2010), Università degli studi di Salerno, Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale, Tesi di Dottorato, A.A. 2012-2013, p. 131
  • MORLACCHI, Ex Genio Civile, lavori in corso. Trovata la soluzione per salvaguardare il bassorilievo del Tavernari, in “La Provincia” di Varese, 22/1/2013, p. 27
  • La collezione dell’ospedale si arricchisce di un Tavernari, in www.varesenews.it, 26/7/2013
  • Tavernari espatria in Ticino, La Maternità a Mendrisio, in “La Provincia” di Varese, 28/7/2013, p. 37

2014

  • C. QUINTAVALLE  (a cura di),  Catalogo della mostra “Fuoco nero. Materia e struttura attorno e dopo Burri”, Parma, Salone delle Scuderie in Pilotta, 2014, SKIRA Editore, pp. 209-210, ill. p. 86
  • M. GARZONIO, Le mille tracce (moderne) di Burri, in www.corriere.it/cultura, 22/12/2014
  • AA.VV. (a cura di), Percorsi di IRC nell’arte contemporanea, Bologna, Raccolta Lercaro – Guida al percorso, 2014

2015

  • S. FONTANA, C. SISSA (a cura di), Catalogo della mostra “L’altro Novecento della scultura”, Milano, Galleria Studio d’Arte del Lauro, 2015, ill. pp. 11, 26, ill. p. 27
  • C. GATTI, Tutte le forme dell’informale, in “La Repubblica”, Milano – Cultura, 23/5/2015
  • Segno, materia, rilievo. L’altro Novecento della scultura, in “la Biblioteca di via Senato”, Milano, anno VII, no. 5, pp. 36-39, ill. p. 37
  • COMUNE DI PELAGO (a cura di), “Resistere nel tempo – Guttuso, Manzù e le Memorie di una resistente borghese”, opere dalla Collezione La Colonna, Comune di Pelago, 2015

2016

  • C. CASALI, G. FIENGA (a cura di): Catalogo della mostra “Visioni trasversali nella scultura italiana del XX secolo”, Sorrento, Villa Fiorentino, 2016, con-fine edizioni, Bologna, ill. pp. 10, 11, 71, 72, 73, 117
  • F. GUALDONI, I. CAMPAGNA (a cura di), Catalogo della mostra “Vittorio Tavernari al Museo Butti di Viggiù”, Viggiù, Museo Butti, 2016
  • E. CERIANI, Vittorio Tavernari: un calvario senza orpelli, in “Lombardia oggi”, 12/6/2016
  • F. PRANDO, Le opere di Tavernari al Museo Butti, in “La Prealpina”, 1/7/2016
  • S. ABDULLAH (a cura di), Dialogo d’artisti: fra Ticino e Milano negli anni Ottanta. Omaggio a Lino Caldelari architetto – gallerista, Spazio Palazzo Pollini, Mendrisio, Edizioni Sanlorenzo, Lugano, 2016, ill. pag. 16
  • Macugnaga, inaugurati due bronzi di Vittorio Tavernari sulla civiltà Walser, www.varesereport.it, 20/6/2016
  • L. BALDUZZI, Due varesini interpreti del genio dei Walser, in “La Prealpina”, 1/7/2016

2017

  • C. TAVERNARI, Vittorio e Piera Tavernari, Macchione Editore, Varese, 2017
  • F. INGUSCIO, Amore a arte, la storia di Piero e Vittorio, in “La Prealpina”, 13/6/2017
  • S. BELLEZZA, Le occasioni bustesi di Vittorio e Piera Tavernari, in www.informazioneonline.it, 13/6/2017
  • Ritratto d’artista fatto di parole, www.livingislife.it/wp/edicola/103, p.88
  • L. NEGRI, Coppia d’arte e umanità, www.rmfonline.it, 11/5/2017
  • M. CHIODETTI, Sogno un “Tavernari diffuso”: Cieli e Torsi devono vivere, in “Lombardia oggi”, 17/2/2017, pp. 10, 11
  • M. CHIODETTI, Vittorio e Piera, una vita piena di arte e note, in “Lombardia oggi”, 9/6/2017, p. 14
  • G. AGOSTI, A. BERNARDINI (a cura di), Catalogo della mostra “Amori di Dante Isella, Arte Letteratura Milano Varese”, Varese, FAI Villa Panza, 2017, ill. p. 20
  • E. MANZO, Opere d’arte a cielo aperto, in www.artevarese.com, 27/6/2017
  • M. TAVAZZI, Le nostre strade, in “La Provincia” di Varese, 22/10/2017, p. 4
  • GIACOMETTI, Varese, una serata dedicata al Totem di Vittorio Tavernari, in www.varesereport.it, 8/11/2017
  • E. LA ROSA, Vent’anni fa veniva donata alla città l’opera di Tavernari, in www.varesenews.it, 10/11/2017
  • M. CHIODETTI, Varese e il suo Totem. Ricordo di Tavernari, in “La Prealpina”, 19/11/2017, p. 43
  • AMBROSIONI, Vittorio Tavernari: varesino per amore, in www.artevarese.com, 24/11/2017
  • GIACOMETTI, Varese, c’era una volta la città della cultura, Tavernari ricordato alla Ghiggini, in www.varesereport.it, 24/11/2017
  • S. CONTINI, “L’infinito mutarsi delle possibilità espressive”: lo scultore Vittorio Tavernari e lo scrittore Piero Chiara, in “Terra e gente”, Comunità Montana Valli del Verbano, 2017, pp. 39-60

2018

  • S. SOLDINI (a cura di), Catalogo della mostra “Natura e Uomo, La collezione Bolzani”, Museo d’Arte Mendrisio, 2018, ill. p. 47
  • A. TOGNOLA, Ribelli di pianura, Fotolito Varese, 2018, p. 25. Nel fascicolo interno: “Vittorio Tavernari, alcune opere e studi dedicati alla lotta per la libertà (1945-54)”

TESI DI LAUREA

  • G. RUSSI, Vittorio Tavernari scultore, Corso prof. A. Cavaliere, Relatori: prof. R. De Grada e prof. F. Porzio, Accademia di Belle Arti di Brera, Milano A.A. 1983-1984
  • C. SANTINI, Chighine, Paganin, Tavernari: tre scultori realisti a Milano, 1940-1955, Facoltà di Lettere e Filosofia, Corso di Laurea in Lettere Moderne, Relatore: prof. L. Caramel, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, A. A. 2001-2002, Milano
  • E. GHIGGINI, Vittorio Tavernari (1944-1951), Facoltà di Lettere e Filosofia, Corso di laurea in Scienze dei Beni Culturali, Relatore: prof. F. Tedeschi, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano A.A. 2006-2007
  • A. GIBELLATO, Tavernari e la Chiesa: il rapporto tra Arte e Spiritualità attraverso le opere del Centro San Fedele. Facoltà di Lettere e Filosofia, Corso di laurea in Scienze dei Beni Culturali, Relatore: prof. F. Tedeschi, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano A.A. 2011-12
Opere nei Musei
Bellinzona (SVIZZERA), Museo d’Arte “Villa dei Cedri”

Bologna, Bologna Musei (MAMbo)

Bologna, Galleria d’Arte Moderna Raccolta Lercaro

Busto Arsizio (VA), Civiche Raccolte d’Arte Palazzo Marliani-Cicogna

Caprese Michelangelo (AR), Museo Michelangiolesco

Castellanza (VA), Collezione Pagani Museo d’Arte Moderna 

Firenze,  Museo Novecento

Firenze, Fondazione ‘Il Bisonte – per lo Studio dell’Arte Grafica’

Gallarate (VA), Museo Arte Gallarate (MAGA)

Kostanjevica (SLOVENIA), Božidar Jakac Art Museum 

Imperia, Museo Arte Contemporanea – Collezione Lino Invernizzi “Villa Faravelli”

Lucca, Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti

Matera, Museo della Scultura Contemporanea (MUSMA)

Milano, Galleria d’Arte Moderna (GAM)

Milano, Museo San Fedele

Mendrisio (SVIZZERA), Museo d’Arte Mendrisio

Montecatini Terme, Museo Mo.C.a – Montecatini Contemporary Art (già Museo di arte contemporanea dell’Accademia d’Arte)

New York, The Museum of Modern Art (MOMA)

Parma, Centro Studi e Archivio della Comunicazione (CSAC), Università di Parma

Pieve di Cento (BO), MAGI ‘900 Museo delle eccellenze artistiche e storiche (già Museo d’Arte delle Generazioni Italiane del ‘900)

Pisa, Gabinetto Disegni e Stampe del Dipartimento di Storia delle Arti (Università di Pisa)

Pittsburgh (USA), Carnegie Institute of Fine Art

Prato, Museo Civico di Palazzo Pretorio

Riccione (RN), Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Villa Franceschi”

Roma, Musei Vaticani

Skopje, (MACEDONIA), Galerija Moderna Arte

Spoleto, Museo Carandente –  Palazzo Collicola Arti Visive 

Varese, FAI Villa Panza

Varese, Musei Civici – Castello di Masnago

Varese, Museo Baroffio, Sacro Monte di Varese

 

Opere in Luoghi Pubblici
1950-1953  Il lavoro edile, bassorilievo, pietra, ex Palazzo del Genio Civile, ora ALER, via Monte Rosa, Varese

1951  Il  Periodo della Resistenza e della Pace, due bassorilievi, pietra, Cooperativa Avanti, Legnano

1954  Il giorno, bassorilievo (gesso?), Sala degli Alessi, Palazzo Marino, Comune di Milano

1955  Formelle della Fontana di Gallarate, granito, Piazza della Libertà

1958  Monumento ai Caduti, opera realizzata con canne di fucili, Cimitero di Gallarate. 

1962  Le ombre, legno, UBI Sede Centrale, Varese, collocazione 1988

1963  Calvario, già nella chiesa del Beato Odorico, Pordenone

1967  Donna nella stanza, terra refrattaria policroma, Fornaci di Cunardo (Va)

1968  Composizione Ritmica, opera realizzata con i residuati e componenti di elettrodomestici per la Sede Whirpool (ex Ignis) di Comerio

1971  Cantico dei cantici (Amanti), bronzo (fusione postuma), giardini del Comune di Barasso, collocazione 30 settembre 2001

1972  Totem, vetroresina, Banca Popolare di Milano, Verona

1972  Totem, legno, Civico Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, Varese

1972  Totem, bronzo, via Albuzzi, Varese (fusione postuma dall’ originale ligneo), collocazione 1997

1972  Scultura per l’isola d’Elba (Forma orizzontale), Prato,Viale Galilei, lungofiume Bisenzio collocazione 1977

1975  Maternità, bronzo, Parco di Villa Recalcati, Varese, dono di Mina e Daniela Sacchi alla Provincia di Varese, collocazione ottobre 2000

1975-76  Maternità, legno, all’OBV  (Ospedale Beata Vergine),  Mendrisio, collocazione 2013

1980  Grande madre, pietra di Aurisina, cortile d’ingresso alle Civiche raccolte Palazzo Cicogna, Busto Arsizio, collocazione 1996

1981  Crocifisso, legno, Basilica di S. Vittore, Varese, dono dell’Autore

1982  Bassorilievo, bronzo realizzato in occasione della visita del 1984 al Sacro Monte di papa Woytila, Casa parrocchiale del S. Monte di Varese. 

1985-86 Gregge ai monti e L’incastro a block bau dei fienili, bassorilievi, bronzo (fusione nel 2004) Macugnaga, Staffa, Piazza del Municipio, collocazione luglio 2016

1985-86  Gregge ai monti e L’incastro a block bau dei fienili, bassorilievi, originali in gesso, Macugnaga, Kongresshaus, collocazione luglio 2016

1986-87  Crocifisso ligneo, navata destra della chiesa di S. Martino, Barasso, collocazione primi anni 2000

1984  Crocifissione, dipinto, 1984, Villaggio Artistico di Boarezzo (Varese)

Altre opere sono conservate nei cimiteri, tra cui quelli di Busto A. (Tomba Mara), Monumentale di Varese (tombe Chicherio, Comerio, Tavernari) e Casbeno (Monumento a Walter Marcobi) Gallarate (tomba Galli), Comerio (Tomba Berger, 1950), Ternate (tomba Bongiasca), Arsago Seprio (tomba Montagnoli Rossi)

seguici su